Giovedi 24 Novembre 2022
Difetto della procura alle liti: entro quando va sanato
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza 32399, pubblicata il 3 novembre 2022, la Corte di Cassazione si è pronunciata sul termine entro il quale va sanato il difetto della procura alle liti tempestivamente sollevato dalla controparte nell’ambito di un giudizio civile.

IL CASO: La vicenda riguarda un reclamo ex art. 18 della legge fallimentare proposto da una società avverso la sentenza con la quale il ...

Leggi tutto…
Giovedi 17 Novembre 2022
Processo esecutivo e divieto di frazionamento del credito
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nella sentenza n. 33443/2022 chiarisce i rapporti tra sentenza di primo grado e sentenza di appello in relazione al divieto di frazionamento del credito allorchè il creditore notifichi due atti di precetto per il pagamento delle spese di lite di primo e secondo grado.

Il caso: Caia proponeva opposizione all'atto di precetto notificatole da Mevia evidenziando che:

- Mevia, ...

Leggi tutto…
Martedi 21 Giugno 2022
Pignoramenti presso terzi: le novità introdotte dalla L. 296/2021 in vigore dal 22 giugno 2022
Di Anna Andreani.

La L. 296/2021, com'è noto, ha modificato l'art. 543 c. p. c. , che disciplina il pignoramento presso terzi, introducendo due commi, che impongono al creditore ulteriori adempimenti nei confronti del debitore e del terzo pignorato.

In particolare, le nuove disposizioni prevedono che:

a) il creditore, entro la data dell'udienza di comparizione indicata nell'atto di pignoramento, notifica al ...

Leggi tutto…
Venerdi 25 Febbraio 2022
Fallimento: modalità della rinnovazione della notifica disposta dal Giudice all’udienza pre-fallimentare
Di Giovanni Iaria.

Come statuito dal terzo comma dell’art. 15 della legge fallimentare, il ricorso per la dichiarazione del fallimento e il decreto con il quale il Tribunale fissa l’udienza pre-fallimentare convocando il creditore e il debitore devono essere notificati a cura della cancelleria a mezzo pec all’indirizzo di posta elettronica certificata del debitore risultante dal registro delle imprese o ...

Leggi tutto…
Mercoledi 19 Gennaio 2022
Obbligazioni solidali: differenza tra disciplina del giudicato e quella della prescrizione
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nella sentenza n. 41201/2021 chiarisce la differenza tra la disciplina del giudicato e la disciplina della prescrizione nel'ambito delle obbligazioni solidali.

Il caso: Nel 1996 la società Alfa s. p. a. (la cui posizione creditoria, per effetto di successive cessioni e fusioni, e' infine pervenuta alla societa' Delta s. r,. l. , odierna ricorrente, otteneva dal Pretore di Catania ...

Leggi tutto…
Lunedi 17 Gennaio 2022
Azione per il risarcimento danni da incauta esecuzione: tempi e modalità
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 42119/2021 chiarisce quando e con quali modalità può essere proposta, nei confronti del creditore procedente, la domanda di risarcimento danni per incauta esecuzione.

Il caso: Tizio conveniva avanti al tribunale la società Delta chiedendo la condanna al risarcimento dei danni patiti in conseguenza di quanto segue:

- la societa' convenuta era ...

Leggi tutto…
Venerdi 14 Gennaio 2022
Pignoramento presso terzi: nuovi adempimenti del creditore
Di Francesca De Carlo.

Con la riforma del processo civile (L. n. 206/2021), è stato inserito un adempimento ulteriore a carico del creditore per la procedura del pignoramento presso terzi, vale a dire la notifica dell'avvenuta iscrizione a ruolo sia al debitore esecutato che al terzo pignorato.

Il testo riformato dell'art. 543 cod. proc. civ. entrerà in vigore il 22 giugno 2022, come prescritto dall'art. 1 della ...

Leggi tutto…
Venerdi 22 Ottobre 2021
Il creditore rimane contumace nel giudizio di opposizione: efficacia della elezione di domicilio nel ricorso per D.I.
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 28939/2021, pubblicata il 19 ottobre 2021, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla questione relativa al luogo dove deve essere eseguita la notifica della sentenza emessa all’esito del giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, ai fini della decorrenza del termine breve per l’impugnazione prevista dall’art. 325 c. p. c. , tutte le volte in cui il creditore ...

Leggi tutto…
Venerdi 1 Ottobre 2021
Istanza di sospensione dell'esecuzione rigettata: il creditore può comunque instaurare il giudizio di merito
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 26233/2021, pubblicata il 28 settembre 2021, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla sussistenza o meno dell’interesse del creditore ad instaurare, nell’ambito di un giudizio di opposizione all’esecuzione, la fase di merito, nel caso in cui nella fase sommaria il giudice abbia rigettato l’istanza di sospensione dell’esecuzione formulata dal ...

Leggi tutto…
Giovedi 23 Settembre 2021
Segnalazione nella Centrale Rischi e onere di comunicazione del preavviso al debitore.
Di Andrea Ravelli.

Segnalazione nella Centrale Rischi di un credito a “sofferenza”: qualora il creditore non dia prova di avere proceduto a trasmettere in favore del debitore la comunicazione di preavviso di segnalazione (ex art. 125, 3° comma TUB), essa resta legittima qualora il segnalato, a sua volta, non provi che avrebbe effettivamente, in caso di ricezione del suddetto preavviso, favorito un rientro in bonis. ...

Leggi tutto…
Lunedi 13 Settembre 2021
Opposizione all'esecuzione: il convenuto può formulare domande riconvenzionali.
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 12436/2021 chiarisce quali istanze e domande possono essere formulate dall'esecutato e dal creditore procedente nell'ambito di un giudizio di opposizione all'esecuzione.

Il caso: Tizio e Caio, avvocati, assistevano Gaia in una controversia di lavoro nei confronti della societa' Alfa s. p. a. : la domanda della lavoratrice veniva accolta e la parte convenuta condannata ...

Leggi tutto…
Mercoledi 5 Maggio 2021
Il debitore paga la somma precettata dopo la richiesta del pignoramento: quando sono dovute le spese.
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza nr. 9877/2021, pubblicata il 15 aprile 2021, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla questione, abbastanza frequente, relativa al diritto o meno del creditore ad ottenere dal debitore il rimborso delle spese sostenute per il pignoramento tutte le volte in cui la somma intimata con l’atto di precetto venga pagata da quest’ultimo dopo la richiesta del pignoramento da ...

Leggi tutto…
Lunedi 19 Aprile 2021
Gli adempimenti del cessionario a seguito di operazioni di cessione pro soluto di crediti
Di Andrea Ravelli.

Commento all’ordinanza n. 6033/2020 del 16/11/2020 resa dal Tribunale di Milano in merito all’eventuale obbligo di segnalazione, ex art. 125 TUB, in Centrale dei Rischi del debitore ceduto da parte del creditore cessionario.

Premessa.

Nell’ambito della cessione dei crediti una delle principali eccezioni che da ultimo, quasi per moda, viene sollevata dal debitore ceduto è ...

Leggi tutto…
Martedi 2 Marzo 2021
Sospensione dell'efficacia esecutiva del titolo in pendenza di procedura esecutiva: conseguenze
Di Giovanni Iaria.

Nel caso in cui nel corso di una procedura esecutiva, la esecutività del titolo sulla scorta del quale è stata intrapresa l’esecuzione e/o un creditore abbia depositato un atto di intervento venga provvisoriamente sospesa, quali sono gli effetti ai fini della partecipazione all’eventuale distribuzione delle somme ricavate dalla suddetta procedura?

La questione è stata esaminata ...

Leggi tutto…
Martedi 22 Settembre 2020
Spetta al creditore opposto attivare la mediazione, pena la revoca del decreto ingiuntivo
Di Anna Andreani.

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione con la sentenza n. 19596 del 18 settembre 2020 hanno finalmente risolto il contrasto giurisprudenziale sulla individuazione del soggetto onerato ad attivare la procedura di mediazione nella opposizione a D. I.

Il caso: D. D. e A. A proponevano opposizione, davanti al Tribunale di Treviso, avverso il decreto ingiuntivo col quale era stato ingiunto il pagamento, in ...

Leggi tutto…
Mercoledi 22 Luglio 2020
Condominio: non paga le spese chi non era condomino quando è sorto il credito del terzo
Di Anna Andreani.

L'acquirente di un immobile non può essere ritenuto obbligato verso il creditore del condominio per spese sorte quando non era ancora condomino. In tal senso si è pronunciata la Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 12580/2020.

Il caso: A. P. , partecipante al condominio dello stabile di C. proponeva opposizione al precetto notificatogli dall'avv. M. A. per il pagamento della somma di euro 8. ...

Leggi tutto…
Mercoledi 27 Novembre 2019
Il creditore istante non compare all'udienza pre-fallimentare : conseguenze
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 30445/2019, pubblicata il 21 novembre scorso, la Corte di Cassazione, si è pronunciata in merito alle conseguenze derivanti dalla mancata comparizione del creditore all’udienza fissata per la discussione dell’istanza di fallimento da lui stesso proposta.

IL CASO: La vicenda esaminata dai Giudici di Piazza Cavour, nasce dalla sentenza con la quale il Tribunale ...

Leggi tutto…
Martedi 17 Settembre 2019
Modalità di liquidazione del danno da ritardato adempimento
Di Fulvio Graziotto.

Decisione: Sentenza n. 21764/2019 Cassazione Civile - Sezione 3

Principio: Nelle obbligazioni risarcitorie, il creditore deve essere risarcito, mediante la corresponsione degli interessi compensativi, del danno che si presume essergli derivato dall'impossibilità di disporre tempestivamente della somma dovuta e di impiegarla in maniera remunerativa, sicché la liquidazione del danno da ritardato ...

Leggi tutto…
Martedi 27 Agosto 2019
Valore probatorio della corrispondenza tra creditore e debitore da cui emerge il debito
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione, nell'ordinanza n. 21512 del 20 agosto 2019, chiarisce il valore probatorio di una corrispondenza intercorsa tra creditore e debitore da cui emerge l'esistenza del debito.

Il caso: Con atto di citazione R. F. proponeva opposizione avverso il decreto ingiuntivo emesso dal Giudice di Pace di Pescara in favore di A. P. per il pagamento della somma di € 1. 237,50 oltre interessi a ...

Leggi tutto…
Giovedi 27 Giugno 2019
Nel giudizio di opposizione il creditore opposto non deve formulare domanda di condanna nel merito.
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 14486/2019, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alla necessità o meno, nell’ambito del giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, che il creditore opposto, ai fini del riconoscimento della pretesa creditoria, debba formulare espressa domanda di accertamento del credito o è sufficiente che richieda la conferma del decreto ingiuntivo opposto.

...

Leggi tutto…

Pag. 1/2 << Inizio< Indietro > Avanti>> Fine

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.036 secondi