Giovedi 4 Ottobre 2018
 title=
Di Fulvio Graziotto.
Il datore di lavoro è tenuto ad evitare tali situazioni "stressogene" sul posto di lavoro, che incidano sul diritto alla salute anche in mancanza di un preciso intento persecutorio; e quindi a evitare che si manifestino azioni ostili, anche se numericamente limitate e in parte distanziate nel tempo, ma comunque tali da provocare una modificazione negativa, costante e permanente, della situazione lavorativa. Decisione: Ordinanza n. 7844/2018 Cassazione Civile - Sezione Lavoro.

Il caso. Un funzionario bancario ricorreva al Tribunale ...

Leggi tutto…
 Lunedi 24 Settembre 2018
 title=
Di Anna Andreani.
La Corte di Cassazione, nell'ordinanza n. 21984/2018 si pronuncia in merito alle conseguenze derivanti dal mancato invio da parte del CTU della bozza della relazione peritale ai consulenti delle parti.

Il caso: D. P. propone ricorso avanti alla Corte di Cassazione avverso la sentenza del Tribunale che ha rigettato il ricorso ex art. 445 c. p. c. , comma 6 proposto per ottenere il riconoscimento delle ...

Leggi tutto…
 Giovedi 20 Settembre 2018
 title=
A cura della Redazione.
La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 21517/2018, si pronuncia in merito alla possibilità per il lavoratore in malattia di svolgere altra attività lavorativa, ricorrendo determinate condizioni.

Il caso: D. veniva destituito dal lavoro secondo la previsione di cui al R. D. n. 148 del 1931 sulla base di una contestazione disciplinare avente ad oggetto il fatto che il medesimo, ...

Leggi tutto…
 Martedi 18 Settembre 2018
 title=
Di Dario Frassy.
Le modifiche apportate ai buoni lavoro - più noti come Voucher - (art. 54 bis D.L. 50/2017) dalla legge di conversione del D.L. 87/2018 creano poche certezze e lasciano molti dubbi soprattutto per le novità introdotte nel comparto turistico.

La prima incertezza è la definizione non espressa nel testo di legge “delle aziende alberghiere e delle strutture ricettive che opero ...

Leggi tutto…
 Lunedi 10 Settembre 2018
 title=
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 21734/2018, pubblicata il 6 settembre scorso, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito ai presupposti necessari affinché possa intervenire il Fondo di Garanzia dell’INPS per il pagamento del trattamento di fine rapporto al lavoratore di una società quando quest’ultima è insolvente, ribadendo la necessità della ...

Leggi tutto…
 Mercoledi 8 Agosto 2018
 title=
Di Fabrizio Bisconti.

La questione di diritto in esame riguarda la normativa vigente in tema di concorrenza per l’ex dipendente che intende avviare una propria attività autonoma, avente un oggetto similare all’impresa con cui ha interrotto il rapporto di lavoro subordinato. Ciò detto, occorre innanzitutto premettere che la disciplina applicabile è alquanto eterogenea e va ...

Leggi tutto…
 Martedi 12 Giugno 2018
 title=
Di Rossana Angiulo.
Con la sentenza emessa dal Tribunale di BARI, Sezione Lavoro,  pubblicata il 26.4.2018, vengono riconosciuti i principi di parità di trattamento e divieto di discriminazione sanciti nella Direttiva 1999/70/CE.

FATTO. Una docente con oltre 10 anni di professione mediante contratti a tempo determinato chiede al Tribunale di Bari una serie di diritti e fra questi, l'assunzione a tempo ...

Leggi tutto…
 Martedi 5 Giugno 2018
 title=
Di Francesco Falzone.
Secondo la Corte dei Conti, Sezione Giurisdizionale per la Regione Lazio, in composizione monocratica di Giudice Unico della Pensioni (sentenza n. 303 depositata il 15.05.2018), spettano al dipendente pubblico che svolga attività lavorativa e titolare di pensione privilegiata, l’indennità integrativa speciale e la tredicesima mensilità sul trattamento pensionistico per i periodi in cui ha svolto l’attività lavorativa.

La vicenda che qui occupa è di particolare ...

Leggi tutto…
 Venerdi 1 Giugno 2018
 title=
Di Fulvio Graziotto.
Decisione: Sentenza n. 29753/2017 Cassazione Civile - Sezione Lavoro.

Per il licenziamento durante il periodo di prova non è richiesto per legge l'atto scritto. Il requisito della comunicazione per iscritto del licenziamento deve ritenersi assolto, in assenza della previsione di modalità specifiche, con qualunque modalità che comporti la trasmissione al destinatario del ...

Leggi tutto…
 Sabato 19 Maggio 2018
 title=
Di Mario Meucci.
Le condizioni migliorative dei trattamenti contrattuali, concesse spontaneamente dal datore di lavoro alla generalità dei dipendenti dell’azienda (e reiteratesi per anni, in modo tale da originare un beneficio da cd. “uso aziendale”), non si inseriscono, ex articolo 1340 codice civile nei contratti individuali dei singoli (con l’effetto di divenire irrevocabili), ma acquisiscono natura analoga ai trattamenti economico normativi scaturenti dai contratti collettivi aziendali. Pertanto, sebbene non siano revocabili unilateralmente dal datore di lavoro che le ha - a suo tempo - accordate, tali condizioni di miglior favore non sono perpetue ma suscettibili di essere revocate dai contratti aziendali o nazionali successivi (auspicabilmente in cambio di altra acquisizione negoziale per i lavoratori).

1. I requisiti strutturali dell’uso aziendale ...

Leggi tutto…
 Sabato 5 Maggio 2018
 title=
Di Domenico Bucciarelli.

Occorre ricordare come, la Corte Costituzionale recentemente investita della questione di costituzionale sul Dl 95/2012 convertito dalla legge 135/2012 che, in piena spending review, ha vietato la monetizzazione delle ferie maturate e non godute dai dipendenti pubblici, ne ha dichiarato la piena legittimità costituzionale nei termini che seguono. La Corte Costituzionale (sentenza ...

Leggi tutto…
 Martedi 24 Aprile 2018
 title=
Di Giovanni Iaria.

A mente del terzo comma dell’articolo 435 c. p. c, per la notifica dell’appello nelle controversie di lavoro, tra la data di notificazione del ricorso all’appellato e la data dell’udienza di discussione deve intercorrere un termine non minore di venticinque giorni. L’appello notificato senza il rispetto del suddetto termine e’ improcedibile? La questione ...

Leggi tutto…

Pagina 1/7 << Inizio   < Indietro Avanti   >> Fine

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.042 secondi