CORTE DI CASSAZIONE Ordinanza 13 luglio 2022, n. 22094.
Martedi 6 Settembre 2022
Assegnazione e/o cambio di mansioni; rifiuto di sottoporsi a visita medica: conseguenze
Di Lorenzo Mosca.

Sia consentito un breve riassunto dei fatti, al fine di meglio comprendere i principi di diritto enunciati dagli Ermellini.

Entrambe le Corti di merito avevano rigettato l’impugnativa del licenziamento intentata dalla lavoratrice, su recesso intimato per giusta causa dal datore, con riferimento alla lettera di contestazione disciplinare con cui era stato ascritto alla prima di essersi rifiutata di ...

Leggi tutto…
Lunedi 4 Luglio 2022
La dequalificazione professionale non è sufficiente ad integrare il mobbing
Di Anna Andreani.

Nell'ordinanza n. 17974/2022 la Corte di Cassazione si occupa nuovamente dei presupposti in presenza dei quali si può delineare una situazione di mobbing nell'ambito lavorativo, in particolare nell'ambito della Università.

Il caso: La Corte d'Appello di Bari, in riforma della decisione resa dal Tribunale di Bari, rigettava la domanda proposta da D. C. nei confronti dell'Università degli ...

Leggi tutto…
Lunedi 6 Giugno 2022
Fallimento: l’efficacia probatoria delle buste paga per l'ammissione al passivo
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 17312/2022, pubblicata il 27 maggio 2022, la Corte di Cassazione si è nuovamente occupata della questione relativa all’efficacia probatoria delle buste paga ai fini dell’ammissione del lavoratore di una società fallita al passivo del fallimento di quest’ultima.

IL CASO: La vicenda esaminata prende le mosse dalla domanda depositata da una lavoratrice ...

Leggi tutto…
Lunedi 30 Maggio 2022
Il meccanismo di assorbimento dei superminimi collettivi e individuali
Di Mario Meucci.

La tematica dell’assorbimento dei superminimi convenuti tra datore di lavoro e lavoratore in sede di assunzione è stata oggetto di nuove riconsiderazioni da parte di recenti sentenze della Cassazione emesse tra il 2020 e il 2021.

1. Recenti orientamenti giurisprudenziali in tema di assorbimento superminimi

La tematica dell’assorbimento dei superminimi – consistenti in eccedenze ...

Leggi tutto…
Martedi 26 Aprile 2022
Forme di controllo datoriale addizionali al cd. controllo a distanza
Di Mario Meucci.

1. Premessa

Si fa seguito al nostro precedente articolo nel quale abbiamo preso in esame la tipologia del controllo datoriale sull’attività dei lavoratori, individuata nel cd. “controllo a distanza” (e limiti e condizioni di legittimità del medesimo) - legislativamente disciplinato dall’art. 4, L. n. 300/’70 (cd. Statuto dei lavoratori) e successive modifiche ...

Leggi tutto…
Giovedi 21 Aprile 2022
Condizioni e limiti del controllo datoriale nel rapporto di lavoro
Di Mario Meucci.

1. Premessa Il contratto di lavoro subordinato si caratterizza - a differenza di quello di lavoro autonomo - per la posizione di supremazia del datore di lavoro e per la corrispondente posizione di soggezione del lavoratore, che rendono il rapporto in questione non paritetico ma del tutto sbilanciato a favore del datore di lavoro che risulta, pertanto, detentore di un potere connotato da elevata ...

Leggi tutto…
Lunedi 28 Marzo 2022
I parametri per l'accertamento di una malattia professionale non tabellata:onere della prova e nesso causale.
Di Francesca De Carlo.

“In tema di malattia professionale, derivante da lavorazione non tabellata o ad eziologìa multifattoriale, la prova della causa di lavoro grava sul lavoratore e il nesso causale tra l'attività lavorativa e il danno alla salute dev'essere valutato secondo un criterio di rilevante o ragionevole probabilità scientifica”.

La Sesta Sezione Civile della Cassazione, richiamandosi ...

Leggi tutto…
Cassazione, sez. lavoro 10.03.2022 n. 7821.
Giovedi 24 Marzo 2022
Risarcimento del danno patrimoniale. Incapacità di guadagno.
Di Giovanni Stefano Messuri.

La Sezione Lavoro della Cassazione (finalmente) si adegua al principio secondo cui il danno permanente da incapacità di guadagno non può essere liquidato in base ai coefficienti di capitalizzazione approvati con R. D. 9 ottobre 1922, n. 1403, i quali - a causa dell’innalzamento della durata media della vita e dell’abbassamento dei saggi di interesse - non garantiscono l’integrale ...

Leggi tutto…
Mercoledi 9 Marzo 2022
Il rinvio della rivendicazione dei crediti di lavoro a fine rapporto
Di Mario Meucci.

1. Diritti e crediti non rivendicati in corso di rapporto e loro prescrizione Nel recente passato risultava diffusa tra i lavoratori con contratto a tempo indeterminato - dipendenti da aziende sopra i 15 dipendenti che, in caso di licenziamento ingiustificato, fruivano del rimedio della reintegrazione giudiziale nel rapporto, ex art. 18, L. n. 300/70 (cd. Statuto dei lavoratori) - una radicata (quanto inesatta) ...

Leggi tutto…
Lunedi 7 Marzo 2022
La Cassazione chiarisce la ripartizione dell'onere della prova tra il lavoratore e il datore di lavoro
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 7058 del 3 marzo 2022 fa chiarezza in merito alla ripartizione dell'onere della prova tra il datore di lavoro ed il lavoratore, che lamenti danni biologici, morali, patrimoniali e non ed esistenziali a lui causati dall'essere stato addetto all'esecuzione di mansioni usuranti.

Il caso: II Tribunale di Sulmona accoglieva la domanda proposta da Tizio nei confronti ...

Leggi tutto…
Mercoledi 2 Marzo 2022
Le note caratteristiche (o giudizi di valutazione professionale) nel settore del credito
Di Mario Meucci.

1. Il processo formativo delle note caratteristiche

Le cd. note caratteristiche (o giudizi di valutazione della prestazione professionale) – pressoché inesistenti in qualsiasi altro settore produttivo/industriale del comparto privato - sono state mutuate, per i lavoratori del settore del credito, dal pubblico impiego, a conferma delle evidenti analogie di burocratica movenza di larga parte ...

Leggi tutto…
Venerdi 28 Gennaio 2022
Trasferimento del lavoratore e relativa motivazione
Di Mario Meucci.

1. Considerazioni preliminari e di merito Va premesso che il trasferimento dei lavoratori da una sede ad altra dell’azienda (rectius, da un’unità produttiva ad altra funzionalmente autonome tra di loro, ex art. 35, l. n. 300/1970, cd. Statuto dei lavoratori) è disciplinato dall’art. 2103 cod. civ. che, al comma 8, così dispone «Il lavoratore non può essere ...

Leggi tutto…
Lunedi 24 Gennaio 2022
Sicurezza sul lavoro: il D.L.146 del 21/10/2021
Di Stefania Billante.

La ripresa delle attivita' economiche dopo la fase piu' acuta della pandemia che ha visto l’Italia in lockdown si e' accompagnata ad un aumento degli incidenti sul lavoro, spesso con esiti mortali.

I numeri, cosi' come rilevati dall’Inail e dall’Osservatorio Nazionale indipendente sui morti del lavoro, fotografano un’epidemia nella pandemia.

Nei primi quindici giorni del 2022 ...

Leggi tutto…
Lunedi 6 Dicembre 2021
Il preavviso nel recesso dal rapporto di lavoro
Di Mario Meucci.

1. La sua funzione L’istituto in questione è previsto dall’art. 2118 c. c. tramite la seguente formulazione: «Recesso dal contratto a tempo indeterminato. 1. Ciascuno dei contraenti può recedere dal contratto di lavoro a tempo indeterminato, dando il preavviso nel termine e nei modi stabiliti [dalle norme corporative] (i), dagli usi o secondo equità. 2. In mancanza di ...

Leggi tutto…
Martedi 23 Novembre 2021
La recente normativa sulla parità retributiva uomo-donna
Di Mario Meucci.

1. Cenni di sintesi Sulla Gazzetta ufficiale n. 275 del 18 novembre 2021 è stata pubblicata la legge 5 novembre 2021, n. 162, intitolata “Modifiche al codice di cui al d. lgs. 11 aprile 2006 n. 198, e altre disposizioni in materia di pari opportunità tra uomo e donna in ambito lavorativo”, frutto della sintesi di diverse proposte di legge, avanzate dal 2018 ad oggi.

Tale ...

Leggi tutto…
Venerdi 10 Settembre 2021
Mobbing: responsabilità del datore di lavoro e onere della prova
Di Anna Andreani.

Con l'ordinanza n. 16534/2021 la Corte di Cassazione si pronuncia in merito ai presupposti in presenza dei quali il datore di lavoro può essere ritenuto responsabile del mobbing sul dipendente derivante da un superiore gerarchico.

Il caso: la Corte di appello di Catanzaro confermava la sentenza del giudice di primo grado che aveva rigettato la domanda avanzata da Tizia diretta ad accertare la condotta ...

Leggi tutto…
Lunedi 30 Agosto 2021
Licenziamento per giusta causa e venir meno del vincolo fiduciario
Di Lorenzo Mosca.

Licenziamento per giusta causa: è legittimo il licenziamento disciplinare per il venir meno del vincolo fiduciario qualora la dipendente compili per un apprezzabile lasso di tempo “report” infedeli relativi alle dichiarate visite ai clienti.

La Suprema Corte di Cassazione, con l'ordinanza n. 22370 depositata il 5 agosto 2021, estremamente sintetica e precisa, ha sancito che, una volta che ...

Leggi tutto…
Venerdi 13 Agosto 2021
Verso l’abbandono delle pratiche discriminatorie nel part time
Di Mario Meucci.

1. La disciplina normativa La regolamentazione normativa dell'istituto in commento, resasi necessaria per evitare qualsivoglia forma di abuso da parte del datore di lavoro nella gestione dei diversi rapporti, è giunta per la prima volta all'interno del nostro ordinamento con l'emanazione della L. 19 dicembre 1984, n. 863.

Prima dell'entrata in vigore del provvedimento di cui sopra, la disciplina del ...

Leggi tutto…
Mercoledi 11 Agosto 2021
Legittima la sanzione al lavoratore per mancato utilizzo della mascherina
Di Lorenzo Mosca.

Il Tribunale di Venezia, con la sentenza del 4 giugno 2021, ha affermato che il dipendente, rifiutatosi di indossare la mascherina anti Covid-19 a lavoro, possa essere sanzionato per violazione dei doveri in materia di igiene e sicurezza sul lavoro.

Ricordiamo che grava sul datore di lavoro l’obbligo di adottare tutte le misure necessarie per prevenire eventi dannosi, quindi anche la fornitura di ...

Leggi tutto…
Mercoledi 28 Luglio 2021
Niente assegno di mantenimento per l'ex che rifiuta concrete proposte di lavoro
Di Anna Andreani.

Con l'ordinanza n. 20866 del 21 luglio 2021 la Corte di Cassazione torna ad occuparsi dei presupposti per il riconoscimento dell'assegno di mantenimento in favore del coniuge separato che non lavora.

Il caso: Il Tribunale di Roma, nell'ambito di un procedimento di separazione dei coniugi Tizio e Caia rigettava le reciproche domande di addebito, affidava la figlia minore a entrambi i genitori, con residenza ...

Leggi tutto…

Pag. 1/8 << Inizio< Indietro > Avanti>> Fine

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.073 secondi