Martedi 27 Febbraio 2024
Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e ridimensionamento parziale
Di Andrea Ravelli.

Con l’ordinanza n. 2739 emessa il 30 gennaio 2024, la Corte Suprema di Cassazione ha stabilito che nel caso in cui venga ridimensionata solo una parte delle mansioni alle quali era adibito il dipendente, questi non può essere soggetto a licenziamento per giustificato motivo oggettivo se le mansioni rimanenti mantengono una propria autonomia nel contesto dell'attività complessiva svolta e non ...

Leggi tutto…
Giovedi 8 Febbraio 2024
Aspetti controversi del diritto di critica sindacale, ai tempi dei social networks
Di Mario Meucci.

1) L’affermarsi, per effetto del progresso tecnologico, di nuove forme di comunicazione (anche per dibattere questioni di lavoro) - alternative o aggiuntive a quelle tradizionali dello scritto su comunicati cartacei destinati all’affissione in bacheca o al volantinaggio tra i lavoratori – dispiegabili in forma vocale e/o scritta mediante ricorso ai cd. social (quali Facebook, Whatsapp, Chat e ...

Leggi tutto…
Giovedi 1 Febbraio 2024
Servizio prestato pre-ruolo e ricostruzione di carriera
Di Luciano Asaro.

Accertato il diritto della parte ricorrente ad ottenere la ricostruzione di carriera mediante il riconoscimento integrale del servizio prestato pre-ruolo con contratti di lavoro a tempo determinato e la collocazione nella relativa fascia stipendiale, va inoltre affermato il diritto della stessa a percepire le differenze retributive conseguenti alla ricostruzione della carriera corretta nei termini indicati seppur ...

Leggi tutto…
Mercoledi 24 Gennaio 2024
La necessaria tutela dell’orientamento sessuale del lavoratore 
Di Andrea Ravelli.

Secondo la suprema corte, è legittimo il licenziamento per giusta causa del dipendente che irride il collega circa il suo orientamento sessuale.

La “giusta causa” di licenziamento ex art. 2119 c. c. integra una clausola generale, che richiede di essere concretizzata dall’interprete tramite l’analisi dei fattori esterni relativi alla coscienza generale installata in un ...

Leggi tutto…
Venerdi 12 Gennaio 2024
Lavoratori pubblici: il comunicato dell'INPS sulle fasce orarie di reperibilità
A cura della Redazione.

A seguito della sentenza del T. A. R. Del Lazio n. 16305/2023 pubblicata il 3 novembre 2023, l'INPS ha diramato un comunicato con il quale ha reso noto le nuove fasce orarie di reperibilità per i lavoratori pubblici entro le quali devono essere effettuate le visite fiscali di controllo.

Com' è noto, il TAR del Lazione con la sentenza suddetta ha annullato l'art. 3 del decreto n. 206 del 17 ...

Leggi tutto…
Venerdi 12 Gennaio 2024
Whistleblowing: il D.Lgs. n. 24/2023 di attuazione della direttiva UE 2019/1937
Di Savina D’Amore.

Il 10 marzo 2023 è entrato in vigore il D. Lgs. n. 24 che attua la direttiva UE 2019/1937 in tema di whistleblowing. Il suddetto decreto stabilisce che tutte le aziende con un organico compreso tra i 50 e i 249 dipendenti, oramai dal 17/12/2023 hanno l’obbligo di adeguarsi alla normativa in materia, concernente l’adozione di strumenti idonei a segnalare eventuali violazioni di diritti ...

Leggi tutto…
Mercoledi 6 Dicembre 2023
Controlli difensivi aziendali sulla posta elettronica dei dipendenti
Di Mario Meucci.

1) Premessa La recentissima sentenza della Cassazione n. 18168 del 26 giugno 2023 ci fornisce lo spunto per un’aggiornata riproposizione della tematica concernente le condizioni di liceità (o meno) degli accessi o ispezioni, da parte aziendale, sulle comunicazioni di “posta elettronica”, effettuate/ricevute dai dipendenti mediante l’utilizzo del Computer, strumento di cui ...

Leggi tutto…
Mercoledi 29 Novembre 2023
Disparità di genere: individuati i settori e le professioni per l'applicazione degli incentivi.
Di Francesca De Carlo.

Pubblicato, sul sito del Ministero del lavoro, il decreto interministeriale con le relative tabelle, dei dati sulla disparità di genere, nei diversi settori e professioni caratterizzati da un alto tasso di disuguaglianza.

Con il decreto interministeriale n. 365 del 20 novembre, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministero dell'economia, hanno individuato, sulla base ...

Leggi tutto…
Martedi 24 Ottobre 2023
Operativo il fondo vittime alternanza scuola lavoro.
Di Francesca De Carlo.

E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 21 ottobre 2023, il Decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali con il quale è stato disposto il contributo di duecento mila euro, a carico del nuovo fondo1, per il risarcimento dei familiari degli studenti vittime di infortuni occorsi in occasione delle attività formative ( successivamente al 1° gennaio 2018 ed esclusi gli infortuni ...

Leggi tutto…
Mercoledi 18 Ottobre 2023
Il part time scelto dall'ex coniuge non esclude l'assegno divorzile.
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 27945/2023 si è espressa in merito al diritto dell'ex coniuge di percepire l'assegno divorzile anche nel caso in cui abbia optato per un lavoro part time.

Il caso: la Corte d'Appello di Perugia confermava la statuizione di primo grado che, a seguito dello scioglimento del matrimonio, non aveva ritenuto sussistenti i presupposti per l'attribuzione di un assegno ...

Leggi tutto…
Giovedi 12 Ottobre 2023
Amianto: nuove norme per proteggere la salute dei lavoratori Ue
Di Francesca De Carlo.

Le disposizioni. se osservate da tutti gli Stati membri e dai governi locali, dovrebbero contribuire a prevenire i casi di tumore professionale, in linea con il piano europeo di lotta contro il cancro. Ricordiamo che il 78% dei tumori professionali riconosciuti negli Stati dell'UE è legato all'esposizione alle fibre di amianto.

In data 3 ottobre è stata approvata, dal Parlamento europeo, la ...

Leggi tutto…
Lunedi 4 Settembre 2023
La responsabilità concorrente del Datore di lavoro e RSPP tra TUSL e Decreto Lavoro
Di Nina Catizone.

Due dati sono incontrovertibili.

Il primo è che, in forza dell’art. 17, comma 1, lettera a), D. Lgs. n. 81/2008, “il datore di lavoro ha l'obbligo giuridico di analizzare e individuare, secondo la propria esperienza e la migliore evoluzione della scienza tecnica, tutti i fattori di pericolo concretamente presenti all'interno dell'azienda e, all'esito, deve redigere e sottoporre ...

Leggi tutto…
Giovedi 20 Luglio 2023
Cassazione: la contestazione del licenziamento non richiede formule particolari
A cura della Redazione.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 17731/2023 fa chiarezza su modalita' e forma con cui il lavoratore deve contestare il licenziamento intimatogli.

Il caso: la Corte d’Appello di Genova confermava la decisione resa dal Tribunale di Imperia e rigettava la domanda proposta da Tizio nei confronti dell’Azienda Sanitaria Locale avente ad oggetto la declaratoria di illegittimità del ...

Leggi tutto…
Mercoledi 21 Giugno 2023
Licenziamento: modalità di comunicazione e onere della prova
Di Anna Andreani.

Valida ai fini della prova dell'avvenuta comunicazione del licenziamento per compiuta giacenza la produzione della ricevuta di invio della raccomandata accompagnata dalle schede informative delle Poste. Principio espresso dalla Corte di Cassazione nella sentenza n. 15397/2023.

Il caso: La Corte d’Appello di Firenze confermava la sentenza del Tribunale di Siena, con la quale erano state respinte le ...

Leggi tutto…
Giovedi 4 Maggio 2023
Il licenziamento per scarso rendimento
Di Mario Meucci.

1. Premessa

Com'è oramai ampiamente risaputo, il licenziamento del lavoratore può essere disposto:

a) per cd. "giusta causa" ex art. 2119 c. c. (cd. licenziamento in tronco, senza preavviso) - cioè per una causa "che non consente la prosecuzione, anche, provvisoria del rapporto" in ragione di un comportamento inadempiente del lavoratore, idoneo a pregiudicare irreparabilmente il ...

Leggi tutto…
Mercoledi 29 Marzo 2023
La richiesta aziendale di consegna dei dati giudiziari
Di Mario Meucci.

La richiesta aziendale di consegna dei dati giudiziari (casellario generale giudiziale e carichi pendenti), in preassunzione e/o nel corso del rapporto di lavoro.

1. Premessa

Com’è noto, nel momento in cui le aziende private o le amministrazioni pubbliche si determinano ad effettuare assunzioni di personale, richiedono, nel corso di colloqui pre-assuntivi con i candidati aspiranti al posto ...

Leggi tutto…
Giovedi 23 Marzo 2023
Sì al licenziamento del dipendente omofobo.
Di Francesca De Carlo.

Legittimo il licenziamento per giusta causa per avere, il dipendente, rivolto un appellativo omofobo ad una collega e ciò in quanto la condotta posta in essere rappresenta una discriminazione basata sull'orientamento sessuale.

Questo il principio espresso dalla Suprema Corte, Sezione Lavoro, con l'ordinanza n. 7029 del 9 marzo 2023, con la quale ha cassato con rinvio la decisione resa tra le parti ...

Leggi tutto…
Giovedi 16 Marzo 2023
Il discrimen tra appalto di servizi e somministrazione di manodopera.
Di Andrea Ravelli.

Commento alla sentenza n. 23137 resa il 31. 05. 2022 dalla Suprema Corte di Cassazione penale, sez. IV.

La Cassazione Penale IV sezione si è recentemente pronunciata con sentenza (n. 23137/2022) apportando un importante contributo al fine di meglio delineare il confine tra un appalto di servizi e la somministrazione di manodopera.

La questione processuale riferiva ad un infortunio sul lavoro ...

Leggi tutto…
Lunedi 27 Febbraio 2023
Condizioni per la legittima produzione in giudizio di registrazioni e documenti aziendali
Di Mario Meucci.

1. Premessa E’ noto a qualsiasi lavoratore il fatto che deve farsi carico di un difficoltoso onere probatorio, qualora intenda ricorrere in giudizio per reagire a provvedimenti di natura disciplinare, ritenuti ingiustificati o sproporzionati (licenziamento incluso), ovvero per ottenere dal magistrato il riconoscimento di diritti e/o benefici ingiustificatamente non accordati, tra questi eminentemente una ...

Leggi tutto…
Venerdi 17 Febbraio 2023
Il licenziamento per comportamenti trasgressivi extralavorativi
Di Mario Meucci.

1. Premessa Nei primi decenni di questo secolo, la giurisprudenza della Cassazione si è mostrata meno disponibile del secolo passato alla tolleranza di comportamenti riprovevoli e/o censurabili dei lavoratori, che, sebbene tenuti nella vita privata o in ambito extra aziendale, implicano comunque - per la loro contrarietà ai canoni dell'etica comune e delle norme del comune vivere civile - il venir ...

Leggi tutto…

Pag. 1/10 << Inizio< Indietro > Avanti>> Fine

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.038 secondi