Lunedi 20 Maggio 2024
Condominio: la natura giuridica dell' avviso di convocazione assembleare
Di Anna Andreani.

Con la sentenza n. 1959 del 6 maggio 2024 la Corte d'Appello di Napoli si pronuncia in merito alla natura di atto unilaterale recettizio della convocazione assembleare ai condomini, e al dies a quo da cui far decorrere i cinque giorni ex art. 66 disp. att. c. c.

Il caso: Tizio e Mevio impugnavano avanti al Tribunale la delibera assembleare adottata dal Condominio in cui risiedevano perché affetta, tra ...

Leggi tutto…
Mercoledi 24 Aprile 2024
La ricorribilità per cassazione dei provvedimenti giudiziali sul diritto di visita dei figli minori
Di Anna Andreani.

Con la sentenza n. 9442/2024 la Corte di Cassazione chiarisce quando i provvedimenti giudiziali, che a conclusione del giudizio di revisione delle condizioni di affidamento statuiscono in via esclusiva o aggiuntiva sulle modalità di frequentazione e visita dei figli minori, sono ricorribili per cassazione.

Il caso: Tizio chiedeva al Tribunale la modifica delle condizioni di divorzio e del precedente ...

Leggi tutto…
Giovedi 4 Aprile 2024
Criterio della conoscenza formale del provvedimento e termini per impugnare
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 8296/2024 precisa quando può ritenersi acquisita la conoscenza formale del provvedimento ai fini del decorso del termine breve per l'impugnazione.

Il caso: Il Giudice di Pace rigettava la domanda di Mevia volta a ottenere da Caio il pagamento dell’importo di Euro 1. 023,00 con interessi legali e il risarcimento dei danni per la lesione all’onore.

...
Leggi tutto…
Lunedi 11 Marzo 2024
Quando deve considerarsi assente un condomino ai fini dell'impugnativa della delibera
Di Anna Andreani.

Il condomino che, non intendendo partecipare alla votazione, si sia volontariamente allontanato dai locali in cui si sta svolgendo l'assemblea, deve essere considerato legittimamente come assente ai fini della decorrenza dei termini per impugnare la delibera assembleare.

Tale principio è stato espresso dalla Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 4191/2024.

Il caso: Mevia impugnava la delibera ...

Leggi tutto…
Mercoledi 28 Febbraio 2024
Processo di famiglia e riforma Cartabia: i provvedimenti indifferibili ex art. 473-bis-15 cpc
Di Anna Andreani.

Si segnala l'ordinanza del 15 novembre 2023 con cui il Tribunale di Livorso affronta e risolve la questione della reclamabilità o meno ex art. 669 terdecies c. p. c. dei provvedimenti indifferibili resi dal tribunale ex art. 473-bis. 15 c. p. c nell'ambito del nuovo procedimento di separazione introdotto dalla Riforma Cartabia.

Il caso: Mevia proponeva ricorso volto ad ottenere la regolamentazione ...

Leggi tutto…
Giovedi 7 Dicembre 2023
Ricorrente rinuncia all'impugnazione in Cassazione: conseguenze sulle spese
Di Giovanni Iaria.

Con l'ordinanza 33539/2023, pubblicata il 1 dicembre scorso, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla regolamentazione delle spese del controricorrente nel giudizio di legittimità nel caso in cui dopo il deposito del ricorso il ricorrente rinunci all'impugnazione.

IL CASO: una società proponeva opposizione avverso un decreto ingiuntivo ottenuto da un lavoratore a titolo di ...

Leggi tutto…
Mercoledi 4 Ottobre 2023
Impugnazione per gli interessi civili: la sentenza delle SS UU della Cassazione
Di Mario Pavone.

E’ stata depositata il 21 settembre la sentenza n. 38481/23 relativa alla questione in diritto, rimessa alle Sezioni Unite della Cassazione, per la decisione in diritto riguardante l’applicabilità, ai sensi dell’art. 573, comma 1-bis CPP a tutte i le impugnazioni per i soli interessi civili pendenti alla data del 30 dicembre 2022 ovvero alle sole impugnazioni proposte avverso le sentenze ...

Leggi tutto…
Martedi 19 Settembre 2023
Condomino contesta la sua quota: la competenza si determina sulla base del valore dell'intera delibera.
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nella sentenza n. 25721/2023 chiarisce i criteri per individuare il valore della lite nelle impugnazioni delle delibere condominiali allorchè il singolo condomino contesti la quota assegnatagli.

Il caso: Tizio impugnava dinanzi al Giudice di pace la delibera del 7/07/2010 del Condominio, in particolare contestando:

- erronea attribuzione a lui dell'obbligo di pagamento ...

Leggi tutto…
Giovedi 6 Luglio 2023
Opposizione all'esecuzione e opposizione agli atti esecutivi: i mezzi di impugnazione esperibili.
A cura della Redazione.

Con l'ordinanza n. 18214/2023 la Corte di Cassazione chiarisce quale mezzo di impugnazione debba essere esperito nel caso il cui il giudice di primo grado qualifichi il ricorso come opposizione agli atti esecutivi .

Il caso: Tizio impugnava l’intimazione di pagamento notificatagli per mancato pagamento di sanzione amministrativa, eccependo l’intervenuta prescrizione del credito, in difetto di atti ...

Leggi tutto…
Venerdi 30 Giugno 2023
Ci deve essere simmetria tra l'istanza di mediazione e l'atto introduttivo del giudizio.
Di Anna Andreani.

Si segnala la sentenza n. 9450 del 13 giugno 2023 del Tribunale di Roma che ha ribadito la necessità che vi sia una esatta rispondenza tra l'istanza di mediazione e la domanda giudiziale.

Il caso: Con atto di citazione Tizio impugnava avanti al Tribunale le delibere adottate in sua assenza dal condominio convenuto Delta; per Tizio tali delibere erano illegittime e ne chiedeva l'annullamento per i ...

Leggi tutto…
Giovedi 1 Giugno 2023
Notifica della sentenza alla parte: da quando decorre il termine breve per l'impugnazione
Di Giovanni Iaria.

La sentenza notificata alla parte personalmente anziché al procuratore costituito non fa decorrere il termine breve di trenta giorni per l’impugnazione. E ciò nei confronti sia del notificante sia del destinatario. Lo ha ricordato la Corte di Cassazione con l’ordinanza 13426, pubblicata il 16 maggio 2023.

IL CASO: La Corte di Appello dichiarava inammissibile il gravame ...

Leggi tutto…
Giovedi 23 Marzo 2023
Condominio: distinzione tra innovazioni e lavori di straordinaria manutenzione
A cura della Redazione.

Con la sentenza n. 5642/2023 la Corte di Cassazione, nell'ambito di un procedimento avente ad oggetto l'impugnativa di una delibera condominiale approvata con una maggioranza non legale, definisce la nozione di innovazioni in contrapposizione alle opere di straordinaria manutenzione.

Il caso: Caio impugnava una delibera condominiale avanti al Tribunale, che dichiarava la cessazione della materia del ...

Leggi tutto…
Venerdi 3 Febbraio 2023
Da quando decorre il termine breve per l'impugnazione nel processo tributario
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza 2303, pubblicata il 25 gennaio 2023, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla decorrenza del termine breve per proporre l’impugnazione avverso una sentenza emessa nell’ambito di un giudizio tributario, ritenendo a tal fine valida la notifica eseguita presso la sede dell’Agenzia delle Entrate e non presso il procuratore costituito.

IL CASO: La pronuncia ...

Leggi tutto…
Venerdi 27 Gennaio 2023
Sentenza notificata in giorno festivo: da quando decorre il termine breve per l’impugnazione
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza 1468, pubblicata il 18 gennaio 2023, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla decorrenza del termine breve per impugnare una sentenza notificata a mezzo pec in un giorno festivo, chiarendo che nel computo si deve tener conto anche di tale giorno quale termine iniziale.

IL CASO: Nella vicenda esaminata, due coniugi proponevano, ai sensi dell’art. 615 c. p. c, opposizione ...

Leggi tutto…
Martedi 27 Settembre 2022
Impugnazioni e sospensione feriale: al termine dei sei mesi si deve sommare il periodo di 31 giorni
Di Anna Andreani.

Si segnala la sentenza n. 11/2022 Reg. Prov. Coll. del 3 settembre 2022 nella quale l'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato si è pronunciata in merito alle modalità di computo del periodo di sospensione feriale in relazione al termine lungo di impugnazione, scostandosi dall'interpretazione fornita dal Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione siciliana con la sentenza la n. 428/2022. ...

Leggi tutto…
Martedi 12 Luglio 2022
La decorrenza del termine breve per impugnare nelle cause con rito del lavoro
A cura della Redazione.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 19463/2022 fa chiarezza in merito al dies a quo da cui far decorrere il termine breve per l'impugnazione nei procedimenti soggetti al rito del lavoro.

Il caso: Il tribunale di Siena dichiarava tardivo il gravame avverso la sentenza del giudice di pace di Montepulciano, che aveva respinto l'opposizione di Tizio avverso un'ordinanza ingiunzione relativa a sanzioni ...

Leggi tutto…
Giovedi 7 Luglio 2022
Spese di lite: criterio rivelatore della soccombenza è l'aver dato causa al giudizio
A cura della Redazione.

Nell'ordinanza n. 18559/2022 la Corte di Cassazione torna a pronunciarsi in materia di condanna alle spese processuali nelle opposizioni a sanzione amministrativa, allorchè, nel caso di decisione favorevole al ricorrente, la amministrazione non si sia opposta alla impugnazione ed alla richiesta di riforma della sentenza di primo grado.

Il caso: Nell'ambito di un procedimento di opposizione a sanzione ...

Leggi tutto…
Lunedi 6 Giugno 2022
Impugnazione per revocazione ex artt. 391 bis e 395 n. 4 c.p.c.: presupposti
Di Giuseppe Pio Capogrosso.

Con la sentenza n. 10040/2022, pubblicata il 29 marzo 2022, la Terza Sezione Civile della Suprema Corte è tornata ad occuparsi dei presupposti dell’impugnazione per revocazione ex artt. 391 bis e 395 n. 4 c. p. c.

Nella fattispecie il ricorrente Tizio, attore in primo grado, si era visto accogliere dal Tribunale la domanda riconvenzionale proposta nei suoi confronti e condannare al risarcimento ...

Leggi tutto…
Giovedi 18 Novembre 2021
PCT: negli atti non e’ obbligatorio indicare l’indirizzo pec ma solo il codice fiscale del difensore.
Di Giovanni Iaria.

Il difensore non ha più l'obbligo di indicare negli atti di parte l'indirizzo di posta elettronica certificata, né la facoltà di indicare uno diverso da quello comunicato al Consiglio dell'ordine o di restringerne l'operatività alle sole comunicazioni di cancelleria.

Il difensore deve indicare, piuttosto, il proprio codice fiscale. Ciò vale come criterio di univoca ...

Leggi tutto…
Giovedi 2 Settembre 2021
Contributo unificato: l’invito bonario al pagamento e’ atto autonomamente impugnabile
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 22971/2021, pubblicata il 17 agosto 2021, la Corte di Cassazione si è nuovamente occupata della questione relativa alla legittimità o meno dell’autonoma impugnazione dell’invito bonario di pagamento del contributo unificato o all’integrazione dell’importo versato.

IL CASO: Un avvocato, dopo aver depositato un ricorso ex art. 700 c. p. c. , ...

Leggi tutto…

Pag. 1/6 << Inizio< Indietro > Avanti>> Fine

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.03 secondi