Diritto Bancario - Commento alla Sent. Cass. Civ., Sez. I, n. 22380 del 06.09.2019.
Mercoledi 15 Luglio 2020
Mutui a stati di avanzamento lavori
Di Massimo Di Rocco.

Interessantissima pronunzia della Suprema Corte in materia di inquadramento del “mutuo per stati di avanzamento lavori”, laddove la Cassazione riformula e, per taluni versi, motiva adeguatamente sui requisiti, parametri ed elementi sulla scorta dei quali individuare la collocazione del “mutuo ipotecario per SAL” nella categoria dei “mutui” e non nella residuale degli ...

Leggi tutto…
Venerdi 12 Giugno 2020
Pignoramento presso terzi e fallimento del debitore dopo l'ordinanza di assegnazione: conseguenze
Di Giovanni Iaria.

Con la sentenza n. 10820/20, depositata il 5 giugno 2020, la Corte di Cassazione si è pronunciata sugli effetti della dichiarazione di fallimento del debitore intervenuto dopo l’emissione dell’ordinanza di assegnazione delle somme pignorate in favore del creditore all’esito di un pignoramento presso terzi e nelle more del giudizio di opposizione promosso dal terzo pignorato avverso la ...

Leggi tutto…
Lunedi 8 Giugno 2020
Criteri e modalità di notifica del ricorso per la dichiarazione di fallimento.
A cura della Redazione.

La Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 10511 del 3 giugno 2020 chiarisce termini e limiti entro cui la cancelleria fallimentare sia tenuta a notificare il ricorso per la dichiarazione di fallimento.

Normativa di riferimento: art. 15 terzo co. L. F. : “Il ricorso e il decreto devono essere notificati, a cura della cancelleria, all'indirizzo di posta elettronica certificata del debitore. . . L'esito ...

Leggi tutto…
Venerdi 3 Aprile 2020
Dichiarazione di fallimento: termini e modalità di deposito dell'insinuazione al passivo
Di Giovanni Iaria.

Con la sentenza n. 3872/2020, pubblicata il 17 febbraio 2020, la Corte di Cassazione si è pronunciata sui tempi e sulle modalità del deposito dell’istanza di ammissione al passivo per i crediti sorti successivamente alla dichiarazione del fallimento del debitore.

IL CASO: La vicenda esaminata nasce dalla domanda di insinuazione tardiva al passivo del fallimento ex art. 101 della legge ...

Leggi tutto…
Mercoledi 18 Marzo 2020
Fallimento: termini e modalità per proporre opposizione allo stato passivo
Di Giovanni Iaria.

E’ noto che una volta intervenuto il fallimento di una società, i creditori di quest’ultima possono chiedere di essere ammessi al passivo del suddetto fallimento. La domanda deve essere trasmessa a mezzo pec all’indirizzo di posta elettronica certificata del curatore indicato nell’avviso che quest’ultimo deve inviare ai creditori ai sensi dell’art. 92 della legge ...

Leggi tutto…
Lunedi 17 Febbraio 2020
Il fallimento in estensione di una “super società di fatto” fra società a responsabilità limitata
Di Enrico Colasanti.

Tribunale di Rieti – Sentenza n. 3/2019 del 7. 08. 2019 – giudice est. dott. ssa Roberta Della Fina - Rif. Normativi: art. 147 co. 5 R. D. n. 267 del 16 marzo 1942 – 2297 c. c. – 2497 c. c.

L’art. 147, L. Fall. , comma 5, trova applicazione anche alle ipotesi di estensione del fallimento di una società di capitali ad altre società di capitali che, con la prima, ...

Leggi tutto…
Mercoledi 27 Novembre 2019
Il creditore istante non compare all'udienza pre-fallimentare : conseguenze
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 30445/2019, pubblicata il 21 novembre scorso, la Corte di Cassazione, si è pronunciata in merito alle conseguenze derivanti dalla mancata comparizione del creditore all’udienza fissata per la discussione dell’istanza di fallimento da lui stesso proposta.

IL CASO: La vicenda esaminata dai Giudici di Piazza Cavour, nasce dalla sentenza con la quale il Tribunale ...

Leggi tutto…
Venerdi 15 Novembre 2019
Opposizione al precetto promossa da una società poi fallita e profili di competenza.
Di Anna Andreani.

Con la sentenza n. 29327 del 13/11/2019 la Corte di Cassazione si pronuncia sulla questione se la curatela del fallimento abbia la legittimazione per proseguire un giudizio di opposizione al precetto iniziato dalla società poi fallita.

Il caso: Una banca intimava alla A. C. s. r. I. , con vincolo di solidarietà nei confronti dei due soci, il pagamento della somma complessiva di euro 6. 222. ...

Leggi tutto…
Giovedi 3 Ottobre 2019
Fallimento: quali conseguenze se la società non deposita i bilanci degli ultimi tre esercizi?
Di Giovanni Iaria.

All’imprenditore che non deposita i bilanci relativi agli ultimi tre esercizi non è preclusa la possibilità di dimostrare con altri documenti la sussistenza dei requisiti di non fallibilità previsti dall’art. 1 della legge fallimentare.

Così si è espressa la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 24138/2019, pubblicata il 27 settembre scorso.

IL ...

Leggi tutto…
Venerdi 19 Luglio 2019
Fallimento: modalità di notifica dell'istanza di ammissione al passivo.
Di Giovanni Iaria.

Com’è noto, a norma dell’art. 93 della legge fallimentare la domanda di ammissione al passivo va proposta con ricorso da trasmettere, almeno trenta giorni prima dell’udienza di verifica dello stato passivo, a mezzo pec all’indirizzo di posta elettronica certificata indicata dal curatore nella lettera di cui all’articolo 92 della suddetta legge.

Poiché ...

Leggi tutto…
Martedi 16 Luglio 2019
Natura del reclamo avverso la sentenza dichiarativa del fallimento.
Di Luca Tortora.

La Corte d’Appello di Napoli in data 8/7/2019, ha accolto il reclamo proposto dalla fallita contumace nel giudizio prefallimentare.

La Sentenza in esame, resa dalla V Sezione Civile – VG della Corte d’Appello di Napoli in data 8/7/2019, ha accolto il reclamo (ex art. 18 LF: “contro la sentenza che dichiara il fallimento può essere proposto reclamo dal debitore e da qualunque ...

Leggi tutto…
Venerdi 5 Luglio 2019
Il procedimento di composizione della crisi da sovraindebitamento: il non consumatore
Di Silvia Tommasin.

Continuando il percorso relativo al sovraindebitamento e composizione della crisi, dopo il breve cenno rispetto ai criteri di ammissione al piano del consumatore, è opportuno individuare quelli relativi al debitore - non consumatore – non fallibile, categoria in cui si annoverano :

- imprenditori commerciali non fallibili;

- imprenditori commerciali cessati da oltre un anno;

- ...

Leggi tutto…
Venerdi 31 Maggio 2019
Efficacia probatoria delle buste paga per l'ammissione al passivo del credito del lavoratore.
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 13006/2019, pubblicata il 15 maggio 2019, la Corte di Cassazione è tornata a pronunciarsi sull’efficacia probatoria delle buste paga in sede di ammissione al passivo fallimentare del credito del lavoratore.

I Giudici di legittimità, con la suddetta decisione, hanno ribadito che le buste paga hanno piena efficacia probatoria della sussistenza del rapporto di lavoro ...

Leggi tutto…
Venerdi 3 Maggio 2019
Domanda di ammissione al passivo e opponibilità al fallimento del riconoscimento di debito precedente la dichiarazione di fallimento
Di Giovanni Iaria.

Con la sentenza n. 10215/2019, pubblicata l’11 aprile scorso, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito al valore da attribuire, nell’ambito della verifica dello stato passivo di una società fallita, all’atto di riconoscimento del debito effettuato dall’imprenditore, successivamente dichiarato fallito.

Secondo i giudici di legittimità:

...

Leggi tutto…
Giovedi 11 Aprile 2019
Datore di lavoro fallito: per il tfr al lavoratore da parte dell’Inps necessaria l’insinuazione al passivo.
Di Giovanni Iaria.

Non ha diritto a ricevere il trattamento di fine rapporto da parte del Fondo di Garanzia Inps il lavoratore che non deposita l’istanza di ammissione al passivo nel fallimento del proprio datore di lavoro e a seguito della chiusura della procedura fallimentare non procede con il tentativo del pignoramento nei confronti del datore di lavoro tornato in bonis.

Questo è quanto affermato dalla Corte ...

Leggi tutto…
Lunedi 18 Marzo 2019
Desistenza dell'unico creditore successiva alla dichiarazione di fallimento: conseguenze
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 6978/2019, pubblicata l’11/03/2019, la Corte di Cassazione si è nuovamente pronunciata in merito alla revocabilità o meno del fallimento nel caso in cui l’unico creditore istante deposita l’atto di desistenza dopo l’emissione della sentenza dichiarativa della procedura concorsuale, ribadendo che il suddetto deposito non ne comporta la revoca in quanto ...

Leggi tutto…
Decisione: Ordinanza n. 1234/2019 Cassazione Civile - Sezione VI.
Venerdi 22 Febbraio 2019
Opposizione alla dichiarazione di fallimento e legittimazione del socio fallito
Di Fulvio Graziotto.

Il socio illimitatamente responsabile dichiarato fallito ai sensi dell'art. 147 della legge fallimentare non è legittimato a contestare il fondamento della dichiarazione di fallimento della società, ma solo le condizioni che attengono alla sussistenza del vincolo sociale, e, quindi, alla sua personale fallibilità.

Nel fallimento di un imprenditore individuale la cui l'impresa risulti ...

Leggi tutto…
Giovedi 7 Febbraio 2019
Corte d'appello di Catania: i presupposti per la compensazione tra i crediti ex art.1243 c.c
Di Luigi Bonanno Feldmann.

Di seguito 3 questioni di diritto risolte dalla Corte d’Appello di Catania: 1) alla cancellazione ed estinzione di una s. r. l. , in assenza di un riparto e di un attivo riscosso dai soci, consegue il venir meno delle obbligazioni sociali? 2) quali sono i presupposti per la compensazione tra i crediti, ex art. 1243 c. c. ? 3) sussiste la legittimazione attiva del creditore in sede prefallimentare, ex ...

Leggi tutto…
Lunedi 4 Febbraio 2019
Fallimento: quando il compenso dello studio associato è ammesso con privilegio
Di Fulvio Graziotto.

Decisione: Ordinanza n. 1233/2019 Cassazione Civile - Sezione VI.

In tema di privilegio per prestazioni d'opera professionale, la domanda di insinuazione al passivo fallimentare proposta da uno studio associato fa presumere l'esclusione della personalità del rapporto d'opera professionale da cui quel credito è derivato, salvo che l'istante dimostri che il credito si riferisca ad una prestazione ...

Leggi tutto…
Giovedi 13 Dicembre 2018
Riforma fallimentare: il Codice della crisi di impresa e dell'insolvenza.
Di Daniela Ricchiuto.

Il contributo affronta il tema della Riforma fallimentare, rivolgendo particolare attenzione al neo-istituto dell'OCRI (Organismo di composizione della crisi delle imprese): l'elaborato esamina le modalità di applicazione, struttura e funzionamento dell'OCRI nonché le varie ipotesi prospettabili a seguito della sua attivazione.

Il disegno di Legge recante il “Codice della crisi di ...

Leggi tutto…


Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.044 secondi