Venerdi 19 Luglio 2019
 title=
Di Giovanni Iaria.
Com’è noto, a norma dell’art. 93 della legge fallimentare la domanda di ammissione al passivo va proposta con ricorso da trasmettere, almeno trenta giorni prima dell’udienza di verifica dello stato passivo, a mezzo pec all’indirizzo di posta elettronica certificata indicata dal curatore nella lettera di cui all’articolo 92 della suddetta legge.

Poiché ...

Leggi tutto…
 Martedi 25 Giugno 2019
 title=
Di Giovanni Iaria.
Con l’ordinanza n. 15662/2019, pubblicata l’11 giugno scorso, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulle conseguenze derivanti dal deposito telematico di un atto avvenuto tempestivamente e rifiutato dalla Cancelleria a distanza di giorni dall’invio e oltre il termine perentorio previsto per il deposito.

IL CASO: La vicenda approdata all’esame della Suprema Corte di ...

Leggi tutto…
 Martedi 19 Settembre 2017
 title=
Di Giovanni Iaria.
E’ valida la notifica della sentenza presso la Cancelleria del Tribunale qualora la parte non abbia eletto domicilio nel luogo dove ha sede l’autorità giudiziaria presso la quale il giudizio è pendente e negli atti processuali non è stato indicato l’indirizzo di posta elettronica certificata.

Questo è quanto statuito dalla Sesta Sezione Civile della ...

Leggi tutto…
 Martedi 1 Agosto 2017
 title=
Di Giovanni Iaria.

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 17048/2017, pubblicata il 11 luglio 2017, è stata chiamata nuovamente ad occuparsi della questione relativa alla validità o meno della notifica degli atti in Cancelleria, qualora la parte non abbia eletto domicilio nel comune dove si trova l’ufficio giudiziario davanti al quale è pendente il giudizio. Secondo i Giudici di ...

Leggi tutto…
 Giovedi 22 Giugno 2017
 title=
Di Giovanni Iaria.

E’ nulla e non inesistente la notifica dell’atto di appello eseguita presso la Cancelleria anziché presso l’indirizzo di posta elettronica certificata del procuratore costituito nel giudizio di primo grado, né l’impugnazione è inammissibile. Questo è quanto statuito dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 14958/2017, pubblicata il 15 ...

Leggi tutto…
 Venerdi 3 Febbraio 2017
 title=
Di Giovanni Iaria.
La Corte di Cassazione ha stabilito che per contestare la ricezione delle comunicazioni a mezzo pec inviate dalla cancelleria non e’ necessaria la querela di falso, essendo sufficiente la prova contraria.

L’attestazione telematica della Cancelleria fondata su dati desunti dai registri della cancelleria è idonea a provare sia l’avvenuta ricezione della comunicazione ...

Leggi tutto…
 Martedi 17 Gennaio 2017
 title=
Di Anna Andreani.
La terza sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 53710/2016 precisa quali siano le condizioni di ammissibilità di una istanza di rinvio indirizzata al giudice mediante telefax.

Il caso: la Corte di Appello, in parziale riforma della sentenza emessa dal Tribunale in composizione collegiale che aveva affermato la penale responsabilità di C. S. in ordine al delitto di ...

Leggi tutto…
 Lunedi 28 Novembre 2016
 title=
Di Anna Andreani.
La Corte di Cassazione, sezione Lavoro, nella sentenza n. 22486/2016 si occupa degli effetti delle comunicazioni via PEC da parte della cancelleria sul decorso del termine per impugnare.

Nell'ambito di una causa di lavoro proposta da un dipendente dell'Agenzia del Demanio volta a far dichiarare illegittimo il licenziamento e ottenere la reintegra nel posto di lavoro, la Corte di Appello, in riforma ...

Leggi tutto…
 Giovedi 9 Giugno 2016
 title=
Di Anna Andreani.
La Terza Sezione Civile del Tribunale di Milano con provvedimento del 20 aprile 2016 decide in senso sfavorevole al difensore la questione della mancata conoscenza di una comunicazione PEC della cancelleria per “casella piena”.

Nel corso di un procedimento esecutivo per rilascio promosso dal professionista delegato e custode di un immobile sottoposto a pignoramento, viene proposto ...

Leggi tutto…
 Martedi 8 Marzo 2016
 title=
Di Anna Andreani.
Con l'ordinanza n. 3386 del 22/02/2016 la Corte di Cassazione chiarisce in merito alla necessità o meno dell'attestazione di conformità del difensore sulla copia comunicata, mediante posta elettronica certificata, dalla cancelleria.

Nel caso in esame, l'istante proponeva istanza di regolamento di competenza avverso la ordinanza depositata il 10 dicembre 2014 e comunicata in pari data ...

Leggi tutto…

Pag. 1/1 << Inizio< Indietro > Avanti>> Fine

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.023 secondi