Licenziamento per giusta causa e venir meno del vincolo fiduciario

Licenziamento per giusta causa e venir meno del vincolo fiduciario

Licenziamento per giusta causa: è legittimo il licenziamento disciplinare per il venir meno del vincolo fiduciario qualora la dipendente compili per un apprezzabile lasso di tempo “report” infedeli relativi alle dichiarate visite ai clienti.

Lunedi 30 Agosto 2021

La Suprema Corte di Cassazione, con l'ordinanza n. 22370 depositata il 5 agosto 2021, estremamente sintetica e precisa, ha sancito che, una volta che la Corte territoriale abbia ritenuto provato l'addebito contestato alla lavoratrice, e neppure da essa negato, consistente nel non aver effettuato “visite” a 24 clienti indicati nei 40 report consegnati alla azienda relativamente a 7 giorni lavorativi, il licenziamento per giusta cause diviene perfettamente legittimo.

Una simile condotta della lavoratrice, invero, integra una falsa attestazione dell'attività eseguita.

Da ciò è evidente che la condotta della ricorrente era preordinata a rappresentare un adempimento in realtà inesistente, volta, pertanto, dolosamente ad eludere il controllo datoriale e così connotata da quella gravità tale da pregiudicare l'affidabilità del datore sull'esatto adempimento delle prestazioni future ed idonea a sostenere l'invocata giusta causa.

Ne discende, la irrimediabile rottura del vincolo fiduciario con conseguente legittimità del licenziamento disciplinare per giusta causa e senza preavviso.

Allegato:

Cassazione civile ordinanza n.22370 2021

Vota l'articolo:
0 / 5 (0voti)

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.031 secondi