Giovedi 12 Maggio 2022
Decesso del debitore e onere della prova sulla qualità di erede.
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 13550/2022, pubblicata il 29 aprile 2022, la Corte di Cassazione si è nuovamente occupata della questione relativa al soggetto sul quale incombe l’onere di fornire la prova circa la qualità di erede nei giudizi promossi dai creditori di un soggetto deceduto per il recupero dei crediti vantati nei confronti di quest’ultimo.

IL CASO: La vicenda esaminata dai ...

Leggi tutto…
Venerdi 25 Febbraio 2022
Fallimento: modalità della rinnovazione della notifica disposta dal Giudice all’udienza pre-fallimentare
Di Giovanni Iaria.

Come statuito dal terzo comma dell’art. 15 della legge fallimentare, il ricorso per la dichiarazione del fallimento e il decreto con il quale il Tribunale fissa l’udienza pre-fallimentare convocando il creditore e il debitore devono essere notificati a cura della cancelleria a mezzo pec all’indirizzo di posta elettronica certificata del debitore risultante dal registro delle imprese o ...

Leggi tutto…
Venerdi 14 Gennaio 2022
Pignoramento presso terzi: nuovi adempimenti del creditore
Di Francesca De Carlo.

Con la riforma del processo civile (L. n. 206/2021), è stato inserito un adempimento ulteriore a carico del creditore per la procedura del pignoramento presso terzi, vale a dire la notifica dell'avvenuta iscrizione a ruolo sia al debitore esecutato che al terzo pignorato.

Il testo riformato dell'art. 543 cod. proc. civ. entrerà in vigore il 22 giugno 2022, come prescritto dall'art. 1 della ...

Leggi tutto…
Giovedi 23 Settembre 2021
Segnalazione nella Centrale Rischi e onere di comunicazione del preavviso al debitore.
Di Andrea Ravelli.

Segnalazione nella Centrale Rischi di un credito a “sofferenza”: qualora il creditore non dia prova di avere proceduto a trasmettere in favore del debitore la comunicazione di preavviso di segnalazione (ex art. 125, 3° comma TUB), essa resta legittima qualora il segnalato, a sua volta, non provi che avrebbe effettivamente, in caso di ricezione del suddetto preavviso, favorito un rientro in bonis. ...

Leggi tutto…
Martedi 17 Agosto 2021
Piano del consumatore e impugnazione del decreto che rigetta il reclamo avverso la decisione di inammissibilità
Di Anna Andreani.

Nell'ordinanza n. 22665 dell' 11 agosto 2021 la Corte di Cassazione si pronuncia in merito alla modalità di impugnazione del decreto che respinge il reclamo avverso la decisione del giudice delegato che ha dichiarato inammissibile il piano del consumatore.

Il caso: Tizio propone ricorso per cassazione avverso il decreto con cui il Tribunale di Parma ha respinto il reclamo proposto avverso il decreto ...

Leggi tutto…
Martedi 8 Giugno 2021
La matrice dell’assegno non e’ sufficiente a provare l’estinzione del debito
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 15709/2021, pubblicata il 4 giugno 2021, la Corte di Cassazione si è pronunciata sul valore della matrice di un assegno ai fini di fornire la prova dell’avvenuta estinzione di un debito.

IL CASO: Nella vicenda esaminata, un avvocato conveniva in giudizio un suo ex cliente chiedendo al Tribunale di condannarlo al pagamento dei compensi maturati per l’attività ...

Leggi tutto…
Venerdi 21 Maggio 2021
Pignoramento presso terzi e litisconsorzio necessario
Di Giovanni Iaria.

Con la sentenza n. 13533/2021, pubblicata il 18 maggio 2021, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla necessità o meno della partecipazione, quale litisconsorte necessario, del terzo pignorato nei giudizi di opposizione all’esecuzione e agli atti esecutivi relativi ai procedimenti esecutivi presso terzi.

IL CASO: la vicenda nasce dall’ordinanza di assegnazione emessa in favore ...

Leggi tutto…
Mercoledi 5 Maggio 2021
Il debitore paga la somma precettata dopo la richiesta del pignoramento: quando sono dovute le spese.
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza nr. 9877/2021, pubblicata il 15 aprile 2021, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla questione, abbastanza frequente, relativa al diritto o meno del creditore ad ottenere dal debitore il rimborso delle spese sostenute per il pignoramento tutte le volte in cui la somma intimata con l’atto di precetto venga pagata da quest’ultimo dopo la richiesta del pignoramento da ...

Leggi tutto…
Martedi 27 Aprile 2021
Omessa notifica delle istanze di fallimento depositate successivamente alla prima: conseguenze
Di Giovanni Iaria.

E’ abbastanza frequente che successivamente al deposito di un’istanza di fallimento nei confronti dello stesso debitore vengano depositate altre istanze da parte di altri creditori. Una volta che il debitore sia venuto a conoscenza dell’esistenza della pendenza della prima istanza di fallimento attraverso la regolare notifica nelle forme previste dall’art. 15 della legge fallimentare, ...

Leggi tutto…
Lunedi 19 Aprile 2021
Gli adempimenti del cessionario a seguito di operazioni di cessione pro soluto di crediti
Di Andrea Ravelli.

Commento all’ordinanza n. 6033/2020 del 16/11/2020 resa dal Tribunale di Milano in merito all’eventuale obbligo di segnalazione, ex art. 125 TUB, in Centrale dei Rischi del debitore ceduto da parte del creditore cessionario.

Premessa.

Nell’ambito della cessione dei crediti una delle principali eccezioni che da ultimo, quasi per moda, viene sollevata dal debitore ceduto è ...

Leggi tutto…
Venerdi 5 Marzo 2021
Sulla interruzione della prescrizione a mezzo di atto idoneo trasmesso ad uno solo dei coobbligati.
Di Andrea Ravelli.

Premesse.

Le garanzie personali prestate da più fideiussori, al ricorrere di talune condizioni, possano essere considerate come un unicum rispetto all’obbligazione principale e, pertanto un atto funzionale all' interruzione delle prescrizione, trasmesso efficacemente ad uno degli obbligati, riverbera i suoi effetti su ogni altro coobbligato.

A queste conclusioni si giunge ...

Leggi tutto…
Lunedi 8 Febbraio 2021
Vale come atto interruttivo della prescrizione la diffida ad adempiere inviata all’avvocato del debitore
Di Andrea Ravelli.

Si deve ritenere, in termini generali, che l'atto di costituzione in mora ha efficacia interruttiva della prescrizione anche quando sia indirizzato al rappresentante del debitore.

Ne consegue che l'avvocato, rispondendo in nome e per conto del debitore, essendo un suo rappresentante diretto, si atteggia quale alter ego di una delle originarie parti negoziali e, pertanto, è legittimato a ricevere ...

Leggi tutto…
Mercoledi 2 Dicembre 2020
Opposizione a D.I. e interesse del debitore fallito alla riassunzione del giudizio interrotto
Di Giovanni Iaria.

Con la sentenza n. 22047/2020, pubblicata il 13 ottobre 2020, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alla sussistenza o meno dell’interesse dell’opponente al decreto ingiuntivo a riassumere il giudizio nel caso in cui lo stesso venga interrotto a seguito della sua dichiarazione di fallimento e sulla sua capacità processuale alla riassunzione.

IL CASO: Dopo aver proposto ...

Leggi tutto…
Martedi 26 Maggio 2020
Giudizio di accertamento dell'obbligo del terzo e litisconsorzio necessario
Di Giovanni Iaria.

Nel giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo pignorato, il debitore esecutato è litisconsorte necessario anche nell’eventuale giudizio di opposizione ex art. 617 c. p. c. , proposta ai sensi della seconda parte dello stesso art. 549 c. p. c. , e nel successivo ricorso straordinario per cassazione.

Così si è espressa la Corte di Cassazione con l’ordinanza ...

Leggi tutto…
Giovedi 23 Aprile 2020
La responsabilita' del debitore e i titoli di credito nel periodo emergenziale da Covid-19
Di Francesca Lex.

Fra le varie misure economico-sociali varate per far fronte all’emergenza epidemiologica, il D. L. n. 18 del 17. 03. 2020 ha dato all’art. 91 “Disposizioni in materia ritardi o inadempimenti contrattuali derivanti dall’attuazione delle misure di contenimento e di anticipazione del prezzo in materia di contratti pubblici” mediante l’inserimento del comma 6-bis all’art. 3 ...

Leggi tutto…
Mercoledi 15 Aprile 2020
Coronavirus e locazione commerciale: l’art. 91 d.l. n.18/2020.
Di Giampaolo Fagotti.

"Il rispetto delle misure di contenimento di cui presente decreto è sempre valutato ai fini dell'esclusione, ai sensi e per gli effetti degli articoli 1218 e 1223 c. c. , della responsabilità del debitore, anche relativamente all'applicazione di eventuali decadenze o penali connesse a ritardati o omessi adempimenti. "

Con un contratto di locazione sorgono reciproci obblighi tra locatore e ...

Leggi tutto…
Giovedi 13 Febbraio 2020
Equa riparazione per irragionevole durata del processo e onere della prova a carico dell'esecutato.
Di Anna Andreani.

Nell'ordinanza n. 2909 del 7 febbraio 2020 la Corte di Cassazione si pronuncia in merito alla possibilità o meno per il debitore esecutato di richiedere il pagamento dell'equa riparazione per l' irragionevole durata del procedimento esecutivo immobiliare subito.

Il caso: A. C. proponeva ricorso alla Corte di appello di Palermo per ottenere la condanna del Ministero della Giustizia al pagamento ...

Leggi tutto…
Martedi 28 Gennaio 2020
Revocatoria del fondo patrimoniale e litisconsorzio necessario
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 1141/2020, pubblicata il 20 gennaio 2020, la Corte di Cassazione si è occupata della questione relativa ai soggetti che devono essere citati in giudizio dal creditore che agisce nei confronti di un suo debitore per la dichiarazione di inefficacia dell’atto di costituzione di un fondo patrimoniale stipulato tra coniugi.

IL CASO: Nella vicenda esaminata dalla Suprema Corte, ...

Leggi tutto…
Martedi 16 Luglio 2019
Natura del reclamo avverso la sentenza dichiarativa del fallimento.
Di Luca Tortora.

La Corte d’Appello di Napoli in data 8/7/2019, ha accolto il reclamo proposto dalla fallita contumace nel giudizio prefallimentare.

La Sentenza in esame, resa dalla V Sezione Civile – VG della Corte d’Appello di Napoli in data 8/7/2019, ha accolto il reclamo (ex art. 18 LF: “contro la sentenza che dichiara il fallimento può essere proposto reclamo dal debitore e da qualunque ...

Leggi tutto…
Venerdi 5 Luglio 2019
Il procedimento di composizione della crisi da sovraindebitamento: il non consumatore
Di Silvia Tommasin.

Continuando il percorso relativo al sovraindebitamento e composizione della crisi, dopo il breve cenno rispetto ai criteri di ammissione al piano del consumatore, è opportuno individuare quelli relativi al debitore - non consumatore – non fallibile, categoria in cui si annoverano :

- imprenditori commerciali non fallibili;

- imprenditori commerciali cessati da oltre un anno;

- ...

Leggi tutto…

Pag. 1/2 << Inizio< Indietro > Avanti>> Fine

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.084 secondi