Giovedi 2 Maggio 2024
Atto di appello notificato alla PEC del legale non risultante dal Reginde: conseguenze
A cura della Redazione.

Con l'ordinanza n. 10677/2024 la Corte di Cassazione torina ad occuparsi delle conseguenze derivanti dalla notifica di un atto di appello ad un indirizzo PEC dell'avvocato di controparte non risultante dal registro Reginde.

Il caso: Tizio chiedeva ed otteneva dal Tribunale di Verona decreto ingiuntivo per il pagamento della terza rata (per l’importo di euro 18. 000,00) del corrispettivo previsto dal ...

Leggi tutto…
Giovedi 4 Aprile 2024
Criterio della conoscenza formale del provvedimento e termini per impugnare
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 8296/2024 precisa quando può ritenersi acquisita la conoscenza formale del provvedimento ai fini del decorso del termine breve per l'impugnazione.

Il caso: Il Giudice di Pace rigettava la domanda di Mevia volta a ottenere da Caio il pagamento dell’importo di Euro 1. 023,00 con interessi legali e il risarcimento dei danni per la lesione all’onore.

...
Leggi tutto…
Martedi 23 Gennaio 2024
Contenuto dell'atto di appello ai fini della sua ammissibilità
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 1932/2024 del 18 gennaio è tornata ad occuparsi del contenuto necassario dell'atto di appello ai fini della sua ammissibilità.

Il caso: Il Tribunale di Salerno dichiarava inammissibile ex art. 342 cod. proc. civ. l’appello di ADER avverso la sentenza del Giudice di pace di Salerno che aveva accolto l’opposizione di Tizio avverso un estratto ...

Leggi tutto…
Giovedi 28 Dicembre 2023
Rca: appello e integrazione del contraddittorio nei confronti del litisconsorte necessario
A cura della Redazione.

In materia di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile per la circolazione dei veicoli, nella procedura di risarcimento diretto di cui all'art. 149 del d. lgs. n. 209 del 2005, promossa dal danneggiato nei confronti del proprio assicuratore, sussiste litisconsorzio necessario rispetto al danneggiante responsabile.

Tale principio è stato ribadito dalla Corte di Cassazione nella ...

Leggi tutto…
Mercoledi 15 Novembre 2023
Sentenza di primo grado riformata in appello e domanda di restituzione: modalità e termini
Di Giuseppe Pio Capogrosso.

La domanda di restituzione della parte che ha eseguito una prestazione in base ad una sentenza poi riformata in appello può essere proposta anche in separato giudizio.

Con la recente sentenza n. 2659 pubblicata l’8. 11. 2023 il Tribunale di Taranto, pronunciando su ricorso ex art. 281-decies c. p. c. (rito civile semplificato introdotto dalla riforma Cartabia) presentato da un Comune, ha ...

Leggi tutto…
Martedi 7 Novembre 2023
La nuova formulazione dell’art. 342 cpc nella riforma Cartabia.
Di Massimo Baglieri.

La riforma Cartabia del 2022 ha riscritto il testo dell’art. 342 cpc imponendo, totalmente in linea con i criteri contenuti nella legge delega, a pena di inammissibilità che le indicazioni in esso previste siano esposte in maniera chiara e sintetica.

La nuova norma così recita: “L'appello si propone con citazione contenente le indicazioni prescritte nell'articolo 163. L'appello deve ...
Leggi tutto…
Lunedi 9 Ottobre 2023
Avvocati: decorrenza della prescrizione del compenso di entrambi i gradi di giudizio
Di Giovanni Iaria.

La prescrizione del diritto del legale ad ottenere i compensi maturati per l’attività resa in favore di un cliente sia in primo grado che in secondo grado inizia a decorrere dalla data di pubblicazione della sentenza di appello.

Lo ha precisato la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 27613/2023, pubblicata il 29 settembre 2023.

IL CASO: un avvocato agiva in giudizio nei confronti ...

Leggi tutto…
Mercoledi 4 Ottobre 2023
Impugnazione per gli interessi civili: la sentenza delle SS UU della Cassazione
Di Mario Pavone.

E’ stata depositata il 21 settembre la sentenza n. 38481/23 relativa alla questione in diritto, rimessa alle Sezioni Unite della Cassazione, per la decisione in diritto riguardante l’applicabilità, ai sensi dell’art. 573, comma 1-bis CPP a tutte i le impugnazioni per i soli interessi civili pendenti alla data del 30 dicembre 2022 ovvero alle sole impugnazioni proposte avverso le sentenze ...

Leggi tutto…
Giovedi 10 Agosto 2023
Notifica dell'appello via pec a avvocato diverso da quello del primo grado: conseguenze
Di Giovanni Iaria.

E’ nulla e non inesistente la notifica dell’atto di appello eseguita telematicamente all’indirizzo pec di un procuratore diverso da quello costituito nel giudizio di primo grado.

Lo ha affermato la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 23512/2023, pubblicata il 2 agosto 2023.

IL CASO: La Corte di Appello, nella contumacia dell'appellato, attore in primo grado, in parziale ...

Leggi tutto…
Lunedi 7 Agosto 2023
Avviso di ricevimento relativo alla notifica di un atto privo del nome del soggetto richiedente: conseguenze
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza 23400, pubblicata il 1 agosto 2023, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulle conseguenze derivanti dalla mancata indicazione nell’avviso di ricevimento relativo alla notifica di un atto del nome del soggetto richiedente.

IL CASO: La vicenda esaminata origina dal giudizio promosso da una società la quale chiedeva al Tribunale la condanna della convenuta alla ...

Leggi tutto…
Giovedi 6 Luglio 2023
Opposizione all'esecuzione e opposizione agli atti esecutivi: i mezzi di impugnazione esperibili.
A cura della Redazione.

Con l'ordinanza n. 18214/2023 la Corte di Cassazione chiarisce quale mezzo di impugnazione debba essere esperito nel caso il cui il giudice di primo grado qualifichi il ricorso come opposizione agli atti esecutivi .

Il caso: Tizio impugnava l’intimazione di pagamento notificatagli per mancato pagamento di sanzione amministrativa, eccependo l’intervenuta prescrizione del credito, in difetto di atti ...

Leggi tutto…
Lunedi 26 Giugno 2023
Omessa pronuncia sulle spese: istanza di correzione o impugnazione?
Di Giovanni Iaria.

Con la sentenza 17836, pubblicata il 21 giugno 2023, la Corte di Cassazione si è nuovamente pronunciato su quando è ammissibile l’istanza di correzione di errore materiale di un sentenza se nel provvedimento il Giudice ometta di decidere in merito alle spese legali del giudizio presupposto e sulla possibilità o meno di impugnare il provvedimento di rigetto dell’istanza di ...

Leggi tutto…
Mercoledi 21 Giugno 2023
Notifica atto giudiziario a mezzo pec irrituale: conseguenze
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza 16778, pubblicata il 13 giugno 2023, la Corte di Cassazione si è nuovamente pronunciata sulle conseguenze derivanti dalla notifica irrituale di un atto giudiziario a mezzo di posta elettronica certificata (pec).

IL CASO: Il Giudice di Pace accoglieva l’opposizione promossa da un avvocato avverso un ordinanza di ingiunzione ricevuta da un comune per la violazione del ...

Leggi tutto…
Lunedi 19 Giugno 2023
Appello scade il giorno prima del sabato, giorno festivo: nessun differimento al lunedì successivo
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 17280 del 16 giugno 2023 torna ad occuparsi delle scadenze processuali nella giornata del sabato, specificando la disciplina anche in riferimento ai giorni prefestivi.

Il caso: il Tribunale di Frosinone accoglieva la domanda proposta da Tizio avente ad oggetto l’accertamento della natura subordinata del rapporto di lavoro intercorso con Caio, il diritto ...

Leggi tutto…
Mercoledi 7 Giugno 2023
Notifica dell'appello da una casella pec ad una casella di posta ordinaria: conseguenze
Di Anna Andreani.

Con la sentenza n. 15345/2023 la Corte di Cassazione si pronuncia in merito alla regolarità o meno di una notifica telematica inviata da una casella PEC ad una casella di posta elettronica ordinaria.

Il caso: Mevia, dirigente biologa presso l'Azienda Sanitaria, agiva davanti al Tribunale al fine di ottenere il riconoscimento delle differenze retributive per essere stata preposta, dapprima, alla ...

Leggi tutto…
Venerdi 19 Maggio 2023
Non si sospende il giudizio di appello se viene proposta querela di falso in via autonoma
Di Giovanni Iaria.

Non si sospende il giudizio di appello se una delle parti propone in via autonoma il giudizio per la querela di falso. Il giudizio di appello è sospeso solo nel caso in cui la querela venga presentata in via incidentale.

Lo ha precisato la Corte di Cassazione con l’ordinanza 13376, pubblicata il 16 maggio 2023.

IL CASO: La vicenda esaminata riguarda un opposizione promossa da un ...

Leggi tutto…
Mercoledi 12 Aprile 2023
Nessuna sanatoria per l'atto che non è stato notificato per irreperibilità del destinatario.
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 9411/2023 chiarisce gli effetti di una notifica di un atto giudiziario non andata a buon fine per irreperibilità del destinatario.

Il caso: . la Corte d’Appello di Bari dichiarava improcedibile l’appello proposto dall’INPS avverso la sentenza del Tribunale di Foggia che aveva condannato l’Istituto al risarcimento del danno non ...

Leggi tutto…
Giovedi 6 Aprile 2023
Appellante si costituisce senza produrre i files della notifica via pec: conseguenze
Di Anna Andreani.

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 9269 del 4 aprile 2023 si pronuncia in merito alle conseguenze derivanti dalla costituzione, in forma telematica, dell'appellante senza il deposito dei files relativi alla notifica via pec né della copia analogica dell'atto di appello.

Il caso: la società Delta S. p. A. Otteneva un decreto ingiuntivo con cui intimava alla società Alfa s. a. s. ed ...

Leggi tutto…
Lunedi 20 Febbraio 2023
Atto di impugnazione stampato, scannerizzato in pdf, firmato con firma digitale: ammissibile
Di Anna Andreani.

La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione nella sentenza n. 5744 del 10 febbraio 2023, scostandosi da un suo orientamento precedente, afferma l'ammissibilità di un atto di appello formato mediante un programma di videoscrittura, stampato in formato cartaceo, successivamente scannerizzato, trasformato di nuovo in formato digitale . pdf e infine firmato digitalmente.

Il caso: Il tribunale di ...

Leggi tutto…
Venerdi 3 Febbraio 2023
Da quando decorre il termine breve per l'impugnazione nel processo tributario
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza 2303, pubblicata il 25 gennaio 2023, la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla decorrenza del termine breve per proporre l’impugnazione avverso una sentenza emessa nell’ambito di un giudizio tributario, ritenendo a tal fine valida la notifica eseguita presso la sede dell’Agenzia delle Entrate e non presso il procuratore costituito.

IL CASO: La pronuncia ...

Leggi tutto…

Pag. 1/7 << Inizio< Indietro > Avanti>> Fine

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.019 secondi