Avviso di accertamento inviato mediante raccomandata e presunzione di conoscenza dell'atto completo

Avviso di accertamento inviato mediante raccomandata e presunzione di conoscenza dell'atto completo

Con l'ordinanza n. 30757 del 29 ottobre 2021 la Corte di Cassazione si occupa dell' efficacia probatoria della raccomandata contenente l'avviso di accertamento e dell'onere delle prova gravante sul contribuente, destinatario della missiva, che eccepisce la mancanza di alcune pagine nella copia ricevuta.

Giovedi 4 Novembre 2021

Il caso: Una società proponeva ricorso avanti alla CTP di Padova contro l'avviso d'accertamento emesso nei suoi confronti, per l'anno d'imposta 2009, in materia di Ici; sia la CTP che la CTR rigettavano il ricorso.

La società ricorre in Cassazione, assumendo che il giudice a quo avrebbe errato nell'affermare che fosse onere del contribuente dare la prova che la copia dell'accertamento controverso, ritualmente notificatagli, a mezzo raccomandata, in busta chiusa, fosse incompleta, difettando di alcune delle pagine dell'atto impositivo.

Per la Cassazione il motivo è infondato; sul punto osserva che:

a) in tema di notifica della cartella di pagamento mediante raccomandata, la consegna del plico al domicilio del destinatario risultante dall'avviso di ricevimento fa presumere, ai sensi dell'art. 1335 c.c., in conformità al principio di cd. vicinanza della prova, la conoscenza dell'atto da parte del destinatario, il quale, ove deduca che il plico non conteneva alcun atto o che lo stesso era diverso da quello che si assume spedito, è onerato della relativa prova;

b) la lettera raccomandata costituisce infatti prova certa della trasmissione del plico spedito, attestata dall'ufficio postale attraverso la ricevuta, da cui consegue la presunzione, fondata sulle univoche e concludenti circostanze della spedizione e dell'ordinaria regolarità del servizio postale, di arrivo al destinatario dell'atto comprendente la busta ed il suo contenuto, e dunque di conoscenza del medesimo, con conseguente trasferimento dell'onere probatorio al ricevente.

Allegato:

Cassazione civile ordinanza n.30757 2021

Vota l'articolo:
0 / 5 (0voti)

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.106 secondi