Recesso dal contratto e diffida ad adempiere sono sempre incompatibili?

Recesso dal contratto e diffida ad adempiere sono sempre incompatibili?

Secondo il Tribunale di Torino anche se, per la giurisprudenza, la domanda giudiziale di recesso è incompatibile con quella di risoluzione, bisogna distinguere alcuni casi.

Mercoledi 2 Ottobre 2019

La sentenza n. 3249/2018, giudice Marongiu Ester, giunge al termine di una causa, avente ad oggetto l’accertamento della legittimità del recesso per inadempimento da un preliminare di compravendita di un immobile, la condanna della convenuta alla restituzione del doppio della caparra versata e la restituzione di varie somme incassate da quest'ultima a titolo di acconto.

E' una sentenza interessante per il cospicuo richiamo giurisprudenziale che fa chiarezza sulla qualificazione della domanda proposta da parte attrice quale domanda di risoluzione del contratto ai sensi degli artt. 1453, ovvero ex art. 1456 c.c., oppure quale esercizio della facoltà di recesso ex art. 1385, 2° comma c.c.," il che rileva – ricorda la sentenza - sotto il profilo degli effetti restitutori e ripristinatori conseguenti alla pronuncia di scioglimento del contratto".

Il Giudice osserva che una domanda di recesso, ancorché non formalmente proposta, può ritenersi egualmente, anche se implicitamente, avanzata in causa dalla parte adempiente, quando la stessa abbia richiesto la condanna della controparte, la cui inadempienza sia stata dedotta come ragione legittimante la pronunzia di risoluzione del contratto, alla restituzione del doppio della caparra a lei a suo tempo corrisposta quale unica ed esaustiva sanzione risarcitoria di siffatta inadempienza.

"Inoltre - nota ancora il giudice - pare opportuno rilevare che, come precisato dalla giurisprudenza, sebbene la domanda giudiziale di recesso sia incompatibile con quella di risoluzione, è consentito al contraente non inadempiente di formulare una domanda giudiziale di recesso anche laddove – com’è avvenuto nel caso di specie – egli abbia pregiudizialmente inviato una diffida ad adempiere ai sensi dell’art. 1454 c.c.:"

Allegato:

Tribunale Torino sentenza n.3249/2019

Collabora con la Redazione

Vota l'articolo:
0 / 5 (0voti)

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.011 secondi