L'oggetto sociale esclusivo o prevalente delle start-up innovative.

L'oggetto sociale esclusivo o prevalente delle start-up innovative.

Cosa è una start-up innovativa?

La start-up innovativa è una società di capitali tipicamente SRL, che può costituirsi anche sotto la veste giuridica di cooperativa. La Startup innovativa ha come oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.

Lunedi 13 Maggio 2019

La Startup innovativa ha una serie di agevolazione che vengono concesse:

  • Facilitazione in fase di costituzione senza l’obbligo di intervento del Notaio

  • Facilitazioni per la gestione ordinaria e fiscale dell’impresa

  • Deroghe a norme in materia di riduzione di eventuali perdite d’esercizio

  • Agevolazioni fiscali per gli investitori che apportino investimenti nella startup innovativa

  • Agevolazioni in materia del lavoro con possibilità di attivare lavori a termini

Quali requisiti e caratteristiche deve avere?

Per poter accedere ai benefici ed essere riconosciuta come tale, la società deve avere determinati requisiti formali:

  • La sede principale deve essere in Italia o in un Stato appartenente alla UE o EEA (spazio economico europeo) con la sede produttiva o filiale in ITALIA

  • Deve essere stata costituita da non oltre 60 mesi

  • Non deve essere il risultato di uno scorporo, cessione di ramo di azienda, fusione o scissione

e determinati requisiti sostanziali:

  • le spese in ricerca e sviluppo devono essere maggiori o uguali al 15 per cento del maggiore valore tra costo e valore totale della produzione;

  • in alternativa deve avere almeno i 2/3  dei dipendenti o collaboratori con laurea magistrale oppure 1/3 di dottorati, dottorandi o laureati con almeno tre anni di attività di ricerca certificata;

  • in alternativa, deve possedere almeno un brevetto o diritto di privativa industriale.

La Startup Innovativa è limitata inoltre, viste le agevolazioni concesse e le sue caratteristiche, nella distribuzione di utili o ad una limitazione del valore della produzione totale annuale che non può superare i 5 milioni di euro a partire dal secondo anno di attività.

Deve essere iscritta presso il Registro delle Imprese?

La start-up innovativa deve essere iscritta obbligatoriamente presso il Registro delle Imprese e precisamente nella sezione speciale prevista per le start-up innovative. L’iscrizione è il presupposto essenziale anche per beneficiare della disciplina agevolativa. Per ottenere l’iscrizione è necessario indicare i requisiti previsti per qualificare la società come start-up innovativa: attività svolta, spese di ricerca e sviluppo, indicazione dei titoli di studio, esperienze professionali dei soci e del personale che lavora nell’impresa, relazioni e collaborazioni con un’università e centri di ricerca ovvero investitori istituzionali e professionali, diritti di privativa su proprietà industriali o intellettuali.

Quali sono i vantaggi per gli investitori?

la Legge di Bilancio prevede maggiori vantaggi per chi investe nel 2019 mediante un incremento delle aliquote anche per le acquisizioni. Le novità per il 2019 per chi decide di investire nel capitale di start up innovative sono principalmente due:

  • aumenta dal 30% al 40% la misura dell’agevolazione per la detrazione dall’imposta, che è riconosciuta ai soggetti Irpef, e per la deduzione dal reddito, che è riconosciuta ai soggetti Ires, che investono nel capitale sociale di una o più start up innovative;

  • per i soggetti passivi dell’imposta sul reddito delle società, diversi da imprese start-up innovative, che acquisiscono l’intero capitale sociale di start-up innovative l’agevolazione passa dal 30% al 50%.

Resta fermo l’obbligo per persone fisiche e imprese di mantenere l’investimento per un periodo minimo di almeno 3 anni.

I benefici fiscali si possono applicare ai casi che seguono:

  • conferimenti in denaro iscritti alla voce capitale sociale e della riserva da sovrapprezzo delle azioni o quote delle start up innovative o delle società di capitali che investono prevalentemente in start up innovative. È equiparata ad un conferimento in denaro, e costituisce pertanto investimento agevolato, la compensazione dei crediti in sede di sottoscrizione di aumenti di capitale, ad eccezione di quelli originati da cessioni di beni o prestazioni di servizi diverse da quelle previste dall’art. 27 del D.L. n. 179/2012 vale a dire le prestazioni dei dipendenti e dei collaboratori o di coloro che apportano servizi resi in favore della start up innovativa;

  • conferimenti derivanti dalla conversione di obbligazioni convertibili in azioni o quote di nuova emissione;

  • investimenti in quote degli OICR che investono prevalentemente in start up innovative.  

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.061 secondi