Avvocati: ancora non obbligatoria l'assicurazione

A cura della
Avvocati: ancora non obbligatoria l'assicurazione
Venerdi 6 Novembre 2015

Il COA di Catanzaro ha inviato al CNF una richiesta di parere in merito alla obbligatorietà o meno della assicurazione professionale a copertura dell'attività svolta dai praticanti nell'esercizio della professionale ex art. 12 comma 2 della L. 247/2012.

In particolare il COA chiedeva di sapere se l'assicurazione obbligatoria a copertura dell'attività svolta dai praticanti nell'esercizio della professione previsto dall'art. 12 comma 2 L. n. 247 del 2012 si dovesse ritenere già efficace per effetto dell'eventuale intervenuta determinazione da parte del Ministero delle condizioni essenziali e dei massimali minimi (dossier Ufficio studi n. 1/2013, p. 13), ovvero se tale efficacia fosse ancora differita in attesa di tale determinazione.

Il CNF, in data 29/10/2015, ha pubblicato sul proprio sito il parere n.35 del 24/06/2015, che chiarisce in merito alla questione sottoposta alla sua attenzione.

Preliminarmente il CNF precisa che l'art. 12 della L.247/2012 prevede due distinte ipotesi di assicurazione obbligatoria:

  1. La prima, regolata dall'art. 12 primo comma, prevede l'obbligo dell'avvocato, dell'associazione professionale o della società di professionisti di stipulare una polizza assicurativa a copertura della responsabilità civile derivante dall'esercizio della professione, compresa quella di custodia dei documenti, somme di denaro ecc.

  2. La seconda, regolata dal secondo comma del medesimo articolo, prevede l'obbligo dell'avvocato, dell'associazione professionale o della società di professionisti di stipulare una ulteriore polizza assicurativa a copertura degli infortuni derivanti a sé e ai propri collaboratori, dipendenti e praticanti in conseguenza dell'attività svolta nell'esercizio della professione, anche fuori dei locali dello studio legale.

    Il CNF, quindi, richiama il comma 5 dell'art. 12, che prevede il differimento dell'entrata in vigore dell'obbligo in attesa che il Ministero determini le condizioni essenziali e i massimali minimi della polizza.

    Siccome ad oggi non è pervenuta dal Ministero alcuna indicazione in merito, il CNF ha sancito che l'obbligo in questione è tutt'ora differito per entrambe le ipotesi indicate sub 1) e 2).

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.048 secondi