Sì al risarcimento dei danni per grave negligenza della TIM Spa

Avv. Francesco Falcone.
Sì al risarcimento dei danni per grave negligenza della TIM Spa

La società di telefonia condannata a pagare a una società di servizi oltre 155 mila euro a titolo di indennizzo per disservizi vari

Giovedi 12 Novembre 2020

La società di servizi con sede nel capoluogo calabrese prevale nel giudizio innanzi al Tribunale di Catanzaro contro la Telecom Italia S.p.a. (oggi Tim s.pa.) che l’ha condannata al pagamento di oltre € 155.000,00 a titolo di disservizi perduranti per oltre cinque anni a danno di una società di servizi catanzarese, leader nel proprio settore; oltre al pagamento delle spese legali.

I disservizi riscontrati dal Ctu nominato dal Tribunale e prontamente denunciati dall’Avv. Falcone Francesco del Foro di Catanzaro ovvero (scarsa qualità collegamento dati mobili e fonia; malfunzionamento alle linee telefoniche; impossibilità di collegarsi simultaneamente con più utenze c.d. NCC – numero chiamate in contemporanea; omessa risposta ai reclami; blocco illegittimo delle telefonate; BMG - banda minima garantita - fornita nettamente inferiore rispetto a quella pattuita per contratto) hanno dimostrato la grave responsabilità(negligenza) del gestore telefonico nell’esecuzione del contratto (ovvero nell’adempimento della prestazione).

La sentenza nella causa civile di primo grado è stata emessa dal Giudice del Tribunale di Catanzaro l’espletamento di un’articolata fase istruttoria (CTU e prove testimoniali) che ha accolto le difese ben articolate dal legale nominato dall’Ente, Avv. Francesco Falcone del Foro di Catanzaro.

Tale sentenza è divenuta definitiva a seguito della mancata proposizione dell’appello da parte della società telefonica.

Il Giudice ha accolto nel merito le difese del legale nominato dalla società di servizi catanzarese, il quale è riuscito a dimostrare l’assoluta negligenza, tenuta dalla Telecom Italia s.p.a. (oggi TIM S.p.a.) nel dar corso all’esecuzione del contratto.

Questa sentenza, per l’entità delle somme riconosciute a titolo di indennizzi in favore della società di servizi, rappresenta senza ombra di dubbio, un punto di riferimento importante per le migliaia di Clienti (utenti privati; utenti business) che sono costretti a “subire” da parte sia della Telecom (oggi Tim S.p.a.) ma anche da parte di altre Società Telefoniche (WIND; VODAFONE; ed Altri) l’erogazione di un servizio telefonico sempre più (sovra pagato), ma al tempo stesso sempre più spesso assai scadente!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.022 secondi