Usura: rilevazione tassi medi aprile-giugno 2011
DM 29 marzo 2011.
Usura: rilevazione tassi medi aprile-giugno 2011
Nella nuova griglia sono differenziati i tassi per il leasing immobiliare a tasso fisso e variabile.
Domenica 3 Aprile 2011

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha emanato in data 29 marzo 2011 con Decreto Ministeriale i tassi di interesse effettivi globali medi (TEGM) ai sensi della legge sull’usura n. 108 del 1996 rilevati dalla Banca d’Italia in vigore per il periodo 1° aprile-30 giugno 2011. (v. tabella).

 

I tassi effettivi globali medi (TEGM) registrati nel quarto trimestre del 2010 evidenziano una sostanziale stabilità, con andamento diversificato per le varie categorie di finanziamento:

  • prosegue la discesa del TEGM per gli scoperti senza affidamento fino a 1500 €, con una riduzione di 65 punti base;
  • i TEGM applicati alle operazioni di prestito contro cessione del quinto dello stipendio o della pensione presentano una riduzione di 57 punti base;
  • tra le categorie con tassi in crescita si segnala il credito revolving fino a 5000 € (+11 punti base) ;
  • i mutui ipotecari presentano un incremento sia per le operazioni a tasso fisso (+49 punti base) sia per quelle a tasso variabile (+11 punti base).

 

Novità: La nuova griglia dei tassi introduce una suddivisione tra le operazioni di leasing immobiliare a tasso fisso e variabile.

Per questo motivo abbiamo introdotto due nuove voci nell' utility per il calcolo del tasso di usura valide a partire dal mese di aprile 2011; la precedente voce "Leasing Immobiliare" resterà comunque utilizzabile per i calcoli fino a marzo 2011.

 


 

Compenso di mediazione percepito dai soggetti iscritti all'albo dei Mediatori Creditizi ex art. 16 della L. 108/96 percentuale sul capitale finanziato (dato medio ponderato per il numero di operazioni concluse tramite mediatori nel periodo 1 ottobre – 31 dicembre 2010):

 

Finanziamenti alle imprese (1) 1,4 %
Finanziamenti alle famiglie (2)  3,71 %
Mutui ipotecari  1,51 %

 

1. Include, tra l'altro, aperture di credito, anticipi e sconti, factoring, leasing; sono esclusi i mutui ipotecari.

2. Include, tra l'altro, i crediti personali, finalizzati, revolving e le cessioni del quinto dello stipendio e della pensione; sono esclusi i mutui ipotecari.

 

Vai all'utility di calcolo

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.053 secondi