Tribunale di Roma sentenza n. 227/2016

Tribunale di Roma sentenza n. 227/2016
Venerdi 13 Maggio 2016
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

 

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI ROMA TREDICESIMA SEZIONE CIVILE

In persona del Giudice Monocratico, dott. Maria Speranza Ferrara, ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa di grado di appello iscritta al n. 1847 R.G.A.C. dell'anno 2015, posta in deliberazione, ex art. 281 sexies c.p.c., all'udienza del 07 gennaio 2016 e promossa

DA

SOCIETÀ CI. S.R.L., in persona del l.r.p.t. elettivamente domiciliata in Roma, Via (...), presso lo studio dell'avv. Al.Pi. che la rappresenta e difende per procura a margine dell'atto di citazione introduttivo del primo grado di giudizio.

APPELLANTE CONTRO

GE. S.P.A., in persona dei procuratori speciali St.Gi. e Ve.Ma. per poteri conferiti, rispettivamente, con procura speciale autenticata, nella firma, dal notaio Ga. per atto n. rep. 284000, in data 26 novembre 2014 e procura speciale in data 1 ottobre 2013; elettivamente domiciliata in Roma, Via (...), presso lo studio dell'avv. Pa.Ge. che la rappresenta e difende per procura alle liti in calce all'atto di appello notificato.

APPELLATA

OGGETTO: appello avverso la sentenza n. 11669/14 resa tra le parti dal Giudice di Pace di Roma il 26 maggio - 5 giugno 2014 - sinistro stradale e risarcimento danni.

 

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

La società SRA Ci. S.r.l. conveniva in giudizio, dinanzi al Tribunale di Roma, Ge. Assicurazioni S.p.A., proponendo appello, avverso la avverso la sentenza, n. 11669/14, resa tra le parti, dal Giudice di Pace di Roma, in data 26 maggio - 5 giugno 2014. Assumeva l'appellante.

Con la impugnata sentenza, il primo giudice aveva ritenuto la carenza di legittimazione ad agire della odierna appellante, condannandola alla rifusione delle spese di lite in favore della odierna appellata.

 

Nello specifico.

Il 14 ottobre 2012, alle ore 10.00 circa, Ro.Am., alla guida della autovettura (...), targata (...) di proprietà di Ro.Va., assicurata, per la rea, con la Ge. S.p.A. percorrendo, in Roma, Via (...), entrava in collisione con il veicolo (...), targato (...), alla cui guida era la proprietaria, St.Di., assicurato, per la rea, con la In. S.p.a. che, nel percorrere a stessa strada, giunta alla altezza di Viale (...) nel tentativo di effettuare una manovra di inversione di marcia a "U", improvvisamente tagliava la strada al veicolo di proprietà del Ro. causandogli danni di cui all'allegato 3 del fascicolo diparte attrice relativo al primo grado di giudizio. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.04 secondi