Tribunale di Bologna Sez. III Ordinanza del 15/09/2017

Martedi 27 Febbraio 2018
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA

Terza Sezione Civile

Nel procedimento cautelare iscritto al n. R.G. 9076/2017

promosso da

CONDOMINIO VIA *** 7-9-11-13, con il patrocinio dell'avv. Taglienti Marialisa, elettivamente domiciliato in via D'Azeglio 19, Bologna, presso il difensore avv. Taglienti Marialisa (ricorrente)

contro

S (resistente)

con la chiamata in causa di

R

Il Giudice dott. Anna Maria Drudi, a scioglimento della riserva assunta all'udienza del 12/09/2017, ha pronunciato la seguente

ORDINANZA

Svolgimento del processo

- con ricorso 5.6.2017 il CONDOMINIO VIA *** 7-9-11-13 B. proponeva ricorso ex art. 700 c.p.c. nei confronti della condomina S chiedendo l'autorizzazione alla sospensione dei servizi centralizzati di riscaldamento e acqua, oltre al distacco dall'antenna televisiva condominiale, quali consentiti dal 3 comma dell'art. 63 disp. att. c.c. in caso di morosità nel pagamento delle quote condominiali;

- esponeva di avere già richiesto ed ottenuto nel 2015 Decreto Ingiuntivo nei confronti della S e di avere attivato la conseguente procedura esecutiva immobiliare R.G. 74/2016 nella quale era, peraltro, intervenuto un creditore bancario ipotecario per un credito astrattamente assorbente il valore dell'immobile;

- che, tuttavia, il debito della S era ulteriormente aumentato, anche in ragione dell'occupazione, a titolo di locazione, dell'appartamento con cospicui consumi di centrale termica, acqua fredda e calda, gas (come identificati nelle tabelle di ripartizione spese sia preventive che consuntive); consumi di cui dovrebbe farsi carico la restante compagine condominiale per un importo pari ad Euro 1.800,00 circa annuo;

- alla fissata udienza in data 5.7.2017, nessuno essendosi costituito per la resistente, questo Giudice disponeva l'integrazione del contraddittorio nei confronti del conduttore dell'appartamento, indicato in R , quale destinatario effettivo delle conseguenze del provvedimento richiesto;

- la procedura subiva poi un ulteriore rinvio dell'udienza 8.8.2017 per completamento della prova della notifica; ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.023 secondi