Cassazione civile Sez. I, Sentenza n. 12954 del 24/05/2018

Cassazione civile Sez. I, Sentenza n. 12954 del 24/05/2018
Venerdi 26 Ottobre 2018
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. TIRELLI Francesco - Presidente -

Dott. CRISTIANO Magda - rel. Consigliere -

Dott. BISOGNI Giacinto - Consigliere -

Dott. ACIERNO Maria - Consigliere -

Dott. LAMORGESE Antonio Pietro - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso 10201/2016 proposto da:

C.T., elettivamente domiciliato in Roma, Via G. A. Sartorio n.60, presso lo studio dell'avvocato Marco Camarda, che lo rappresenta e difende unitamente all'avvocato Valerio Borghesani, giusta procura in calce al ricorso;

- ricorrente -

contro

G.S., elettivamente domiciliata in Roma, Via G. Pisanelli n.2, presso lo studio dell'avvocato Stefano Di Meo, che la rappresenta e difende unitamente all'avvocato Stefania Mezzetti, giusta procura a margine del controricorso;

- controricorrente -

avverso il decreto della CORTE D'APPELLO di FIRENZE, depositato il 23/02/2016;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 30/11/2017 dal cons. CRISTIANO MAGDA;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott. CERONI Francesca, che ha concluso per la rimessione alle Sezioni Unite sulla questione pregiudiziale, in subordine per il rigetto del ricorso;

udito, per il ricorrente, l'avvocato Omero Nardi, con delega avv. Camarda, che ha chiesto l'accoglimento del ricorso;

uditi, per la controricorrente, gli avvocati Di Meo e Mezzetti, che hanno chiesto il rigetto del ricorso.

Svolgimento del processo

1. La Corte d'appello di Firenze, con decreto del 23.2.016, ha respinto il reclamo proposto da C.T. avverso il provvedimento del Tribunale di Livorno che, in sede di determinazione delle condizioni dell'affido condiviso della figlia minore E., nata il (OMISSIS) dalla sua relazione more uxorio con G.S., gli aveva inibito di condurre con sè la bambina agli incontri ed alle manifestazioni dei Testimoni di Geova, fede religiosa da lui abbracciata e praticata dopo la fine della convivenza. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.038 secondi