Cassazione civile Sez. VI - 3 Ordinanza del 19/09/2017 n.21671

Cassazione civile Sez. VI - 3 Ordinanza del 19/09/2017 n.21671
Lunedi 25 Settembre 2017
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ARMANO Uliana - Presidente -

Dott. DE STEFANO Franco - rel. Consigliere -

Dott. SCODITTI Enrico - Consigliere -

Dott. POSITANO Gabriele - Consigliere -

Dott. DELL’UTRI Marco - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso iscritto al n. 16457-2016 proposto da:

MINISTERO DELL'INTERNO, (C.F. in ricorso (OMISSIS)), in persona del Ministro pro tempore, domiciliato in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12, presso l'AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che lo rappresenta e difende ope legis;

- ricorrente -

contro

REALE COLLEGIO MAGGIORE ALBORNOZIANO DI SAN CLEMENTE DEGLI SPAGNOLI, (REALE COLLEGIO DI SPAGNA), in persona del legale rappresentante, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA A. DEPRETIS 86, presso lo studio dell'avvocato PIETRO CAVASOLA, rappresentato e difeso dall'avvocato CARLO ALBERTO VANCINI;

- controricorrente -

avverso la sentenza n. 555/2016 della CORTE D'APPELLO di BOLOGNA, depositata il 21/04/2016;

udita la relazione svolta nella camera di consiglio del dì 11/05/2017 dal Consigliere Dott. Franco DE STEFANO.

Svolgimento del processo

che:

il Ministero dell'Interno ricorre, affidandosi ad un motivo, per la cassazione della sentenza (n. 555 del 21/04/2016, notificata il 03/05/2016) con cui la corte di appello di Bologna ha rigettato il suo appello avverso la sentenza dichiarativa dell'inammissibilità dell'opposizione al decreto ingiuntivo al decreto ingiuntivo (notificato il 20/12/2013) ai suoi danni conseguito (il 07/11/2013) dal Reale Collegio Maggiore Albornoziano di San Clemente degli Spagnoli - Reale Collegio di Spagna - per canoni di locazione immobiliare rimasti insoluti, siccome proposta con atto di citazione - anzichè con ricorso - ed iscrizione a ruolo (il 27/01/2014) della mera velina o copia informale, seguita dal deposito del suo originale (il 24/02/2014, a seguito della rinotifica in data 13/02/2014) solo dopo la scadenza del termine di quaranta giorni dalla notifica del monitorio; ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.043 secondi