Cassazione civile Sez. VI - 1 Ordinanza n. 9242 del 13/04/2018

Cassazione civile Sez. VI - 1 Ordinanza n. 9242 del 13/04/2018
Giovedi 19 Aprile 2018
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CAMPANILE Pietro - Presidente -

Dott. DI VIRGILIO Rosa Maria - Consigliere -

Dott. BISOGNI Giacinto - Consigliere -

Dott. ACIERNO Maria - rel. Consigliere -

Dott. MARULLI Marco - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 10961/2016 proposto da:

S.G., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA GIUSEPPE GIOACCHINO BELLI n.36, presso lo studio dell'avvocato LUCA PARDINI, che lo rappresenta e difende;

- ricorrente -

contro

CURATELA DEL FALLIMENTO "(OMISSIS) S.C.P.A., P.I. (OMISSIS), elettivamente domiciliato in ROMA, VIA P. EMILIO n.57, presso lo studio dell'avvocato MARCO SERRA, rappresentato e difeso dall'avvocato RAFFAELE MONTANARO;

- controricorrente -

avverso il decreto del TRIBUNALE di BRINDISI, depositato il 15/10/2015, emesso sul procedimento iscritto al n. 3/2015 RG.;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non partecipata del 30/01/2018 dal Consigliere Dott. MARIA ACIERNO.

Svolgimento del processo - Motivi della decisione

Con ricorso depositato il 13/02/2015 l'avv. S.G. ha proposto reclamo dinanzi al Tribunale di Brindisi avverso il decreto di liquidazione dei compensi reso dal Giudice delegato al fallimento di (OMISSIS) S.c.p.a., lamentando la mancata applicazione dei parametri previsti dal D.M. n. 55 del 2014, relativamente alle spese professionali.

Con decreto del 15/10/2015 il Tribunale ha rigettato il reclamo, affermando, per quanto ancora interessa, che il D.M. n. 55 del 2014, art. 1, prevede l'applicazione dei parametri ivi stabiliti in ogni caso di mancata determinazione in forma scritta del compenso, circostanza che non ricorre nel caso di specie perchè l'avv. S. ha concordato il proprio compenso con la curatela mediante la stipulazione di un preventivo scritto: ne deriva che egli non può invocare i parametri stabiliti dal citato decreto.

Avverso questa pronuncia ricorre per cassazione S.G. sulla base di due motivi, cui resiste con controricorso, accompagnato da memoria, la Curatela. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.039 secondi