Cassazione civile Sez. III Sentenza del 14/03/2017 n.6467

Cassazione civile Sez. III Sentenza del 14/03/2017 n.6467
Lunedi 9 Ottobre 2017
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMBROSIO Annamaria - Presidente -

Dott. ARMANO Uliana - Consigliere -

Dott. OLIVIERI Stefano - rel. Consigliere -

Dott. VINCENTI Enzo - Consigliere -

Dott. PELLECCHIA Antonella - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso 16745/2013 proposto da:

B.I. (OMISSIS), elettivamente domiciliato in ROMA, VIA PREMUDA 2, presso lo studio dell'avvocato LEANDRO BOMBARDIERI, rappresentato e difeso dall'avvocato VINCENZO BOMBARDIERI giusta procura speciale a margine del ricorso;

- ricorrente -

contro

CURATELA FALLIMENTARE M.D.C.;

- intimata -

avverso la sentenza n. 155/2012 della CORTE D'APPELLO di REGGIO CALABRIA, depositata il 26/06/2013;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 15/06/2016 dal Consigliere Dott. STEFANO OLIVIERI;

udito l'Avvocato LEANDRO BOMBARDIERI;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott. RUSSO Rosario Giovanni, che ha concluso per il rigetto del ricorso e statuizioni sul C.U..

Svolgimento del processo

Il Tribunale di Locri dichiarava risolto per inadempimento il contratto di locazione di immobile ad uso diverso da abitazione stipulato in data 1.1.1998 tra il locatore M.C. ed il conduttore B.I., dichiarando cessata la materia del contendere in ordine alla domanda di rilascio dell'immobile e condannando il conduttore al pagamento dei canoni insoluti relativi al periodo (OMISSIS), nonchè degli ulteriori canoni fino alla data di rilascio, oltre interessi.

La Corte d'appello di Reggio Calabria, con sentenza 26.6.2012 n. 155, rigettava l'appello proposto dal B.: a) rilevando la persistenza dell'inadempimento della obbligazione di rilascio del bene, le cui chiavi erano state riconsegnate al locatore in data (OMISSIS), atteso che l'immobile era ancora ingombro dei beni personali del conduttore, fatto impeditivo del pieno e libero godimento del bene; b) ritenendo del tutto infondata la tesi dell'appellante secondo cui la consegna delle chiavi, ricevute dal locatore, senza espressa riserva del pagamento dei canoni del semestre in corso previsti dalla L. n. 392 del 1978, art. 27, comma 7, configurasse per "facta concludentia" un accordo di risoluzione del contratto per mutuo consenso, non potendo riconoscersi il significato di rinuncia al pagamenti dei canoni al mero silenzio del locatore. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.028 secondi