Cassazione civile Sez. III Sentenza n. 3709 del 08/02/2019

Cassazione civile Sez. III Sentenza n. 3709 del 08/02/2019
Venerdi 1 Marzo 2019
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. VIVALDI Roberta - Presidente -

Dott. DE STEFANO Franco - Consigliere -

Dott. ROSSETTI Marco - Consigliere -

Dott. TATANGELO Augusto - Consigliere -

Dott. D’ARRIGO Cosimo - rel. Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso iscritto al n. 11393/2017 R.G. proposto da:

Ministero dell'economia e delle finanze, in persona del Ministro pro tempore;

Agenzia del demanio, in persona del Direttore pro tempore;

Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, in persona del Direttore pro tempore;

tutti rappresentati e difesi ex lege dall'Avvocatura generale dello Stato, nei cui uffici sono domiciliati, in Roma, via dei Portoghesi n. 12;

- ricorrente -

contro

doBank s.p.a., in persona del legale rappresentante pro tempore, nella qualità di mandataria di Arena NPL One s.r.l., rappresentata e difesa dall'Avv. Elio Ludini, con domicilio eletto presso il suo studio in Roma, via Alberico II, n. 33;

- controricorrente -

C.L., rappresentata e difesa dagli Avv.ti Giovanni Salonia e Vincenzo Pompa, con domicilio eletto presso lo studio di quest'ultimo in Roma, via G. Pisanelli, n. 2;

- controricorrente -

Banca Monte dei Paschi di Siena s.p.a., in persona del legale rappresentante pro tempore;

A.G.;

Ci.Ma., in proprio e quale erede di S.V. e Ci.Pi.;

- intimati -

avverso la sentenza del Tribunale di Roma pubblicata il 26 ottobre 2016;

Udita la relazione svolta nella pubblica udienza del 13 settembre 2018 dal Consigliere Cosimo D'Arrigo;

uditi l'Avvocato dello Stato Marco La Greca, per IP parti ricorrenti, che ha insistito per l'accoglimento del ricorso e l'Avv. Vincenzo Pompa nell'interesse di C.L., che ha chiesto che il ricorso sia respinto;

udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Dott. SOLDI Anna Maria, che ha concluso chiedendo che il ricorso, dichiarato ammissibile, venga rigettato. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.042 secondi