Cassazione civile Sez. III Ordinanza n. 7526 del 27/03/2018

Cassazione civile Sez. III Ordinanza n. 7526 del 27/03/2018
Lunedi 9 Aprile 2018
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DI AMATO Sergio - Presidente -

Dott. DI FLORIO Antonella - Consigliere -

Dott. DE STEFANO Franco - Consigliere -

Dott. IANNELLO Emilio - Consigliere -

Dott. PORRECA Paolo - rel. Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 6519/2015 proposto da:

I.W., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA P. ORLANDO 76, presso lo studio dell'avvocato ALESSANDRO AVESANI, rappresentato e difeso dagli avvocati LUIGI GIGANTE, RENZO SEGALA giusta procura speciale in calce al ricorso;

- ricorrente -

contro

SVILUPPO INVESTIMENTI TERRITORIO SRL, in persona del Presidente e Legale Rappresentante pro tempore Avv. S.L., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA SAN TOMMASO D'AQUINO 104, presso lo studio dell'avvocato DANIELA DE BERARDINIS, rappresentata e difesa dall'avvocato MARIO SANTORO giusta procura speciale in calce al controricorso;

GALLESI SRL in persona dell'Amministratore Unico CA.GI., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA G. NICOTERA 29, presso lo studio dell'avvocato ALESSANDRO NOBILONI, che la rappresenta e difende unitamente all'avvocato FRANCO VINAI giusta procura speciale a margine del controricorso;

- controricorrenti -

e contro

C.P.;

- intimata -

avverso la sentenza n. 125/2014 della CORTE D'APPELLO di TORINO, depositata il 21/01/2014;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del 18/01/2018 dal Consigliere Dott. PAOLO PORRECA.

Svolgimento del processo

C.P. conveniva in giudizio I.W. e la Gallesi s.r.l., rispettivamente quali conduttore e proprietaria di un immobile sito in (OMISSIS), chiedendone la condanna in solido al risarcimento dei danni fisici e patrimoniali subiti a causa della caduta di un cancello di ferro che delimitava il piazzale interno dell'immobile e che, mentre lo stava chiudendo, essendo a scorrimento manuale, era fuoriuscito dalle proprie guide rovinandole addosso.

Il tribunale di Torino pronunciava sentenza nel contraddittorio con i resistenti convenuti e con la Sinatec s.p.a. chiamata in garanzia dalla Gallesi quale venditrice dell'immobile, e accoglieva la domanda attorea rigettando quella di manleva. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.039 secondi