Giovedi 22 Agosto 2019
Pagamento del modello F24: gli obblighi di informazione della banca mandataria.
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 20640/2019, pubblicata il 30 luglio 2019, la Corte di Cassazione, Prima Sezione Civile, si è pronunciata in merito alla responsabilità o meno della Banca nei confronti del cliente nel caso in cui la prima non comunica a quest’ultimo la mancata esecuzione del modello F24 in quanto incompleto e, successivamente, l’Agenzia delle Entrate notifica al cliente la ...

Leggi tutto…
Martedi 28 Maggio 2019
Contribuente paga le tasse con bonifico entro la scadenza e la banca accredita la somma in ritardo: e’ sanzionabile?
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 13759/2019 del 22/5/2019, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alla sanzionabilità o meno del contribuente che paga le tasse con bonifico entro la data di scadenza e la banca accredita la somma in ritardo.

IL CASO: la vicenda prende spunto dalla notifica da parte di un ente creditore di alcuni avvisi di accertamento ad una società aventi ad oggetto ...

Leggi tutto…
Decisione: Sentenza n. 11836/2018 Cassazione Penale - Sezione II.
Venerdi 18 Gennaio 2019
E' riciclaggio il trasferimento di fondi tra conti correnti accesi presso la stessa banca
Di Fulvio Graziotto.

Integra il delitto di riciclaggio anche il trasferimento di fondi tra conti correnti accesi presso lo stesso istituto di credito; poiché il delitto di riciclaggio è costruito come una norma penale a più fattispecie, nelle ipotesi in cui il reato sia stato commesso mediante lo spostamento di fondi su conto corrente, il prelievo in contanti o il trasferimento del denaro da un conto all'altro ...

Leggi tutto…
Lunedi 23 Aprile 2018
Banca responsabile per il bonifico contestato dal cliente
Di Giovanni Iaria.

La banca e le Poste sono responsabili nei confronti del titolare di un conto corrente per il bonifico eseguito con il sistema dell’home banking in favore di un soggetto estraneo al cliente nel caso in cui quest’ultimo disconosca l’operazione contabile, in quanto su di essa incombe l’onere di provare che la stessa sia ad esso riferibile.

Questo è quanto affermato dalla Corte ...

Leggi tutto…
Giovedi 18 Gennaio 2018
Il mero ritardato pagamento non fa scattare la segnalazione in centrale rischi
Di Rosamaria Giangregorio.

La prima sezione della Suprema Corte, con ordinanza n. 25512 del 26. 10. 2017 afferma che il mero ritardo del pagamento non legittima la segnalazione in Centrale Rischi, in difetto di una serie di valutazioni preliminari sulle cause che lo hanno prodotto.

IL CASO: L’istituto di credito ha impugnato la sentenza della Corte di Appello di Palermo, depositata il 02. 12. 2013 che, in accoglimento ...

Leggi tutto…
Giovedi 2 Novembre 2017
Azione per ripetizione di indebito contro la banca e onere della prova
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 24948/2017, depositata il 23 ottobre scorso, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito al soggetto su cui incombe l’onere della prova e del deposito degli estratti conto, qualora un correntista di una banca agisca nei confronti di quest’ultima chiedendo la ripetizione di somme indebitamente riscosse dall’istituto bancario (es. a titolo di interessi ...

Leggi tutto…
Giovedi 5 Ottobre 2017
Radicalmente nulla l' operazione finanziaria “my way”
Di Rosamaria Giangregorio.

L’operazione finanziaria “My Way” è radicalmente nulla per difetto di meritevolezza di tutela, ai sensi dell’art. 1322, secondo comma, c. c.

Il caso.

Il signor Tizio ha adito il Tribunale di Parma affinché venisse dichiarata la nullità ovvero l'inefficacia ovvero l'annullamento del contratto denominato “My Way”, stipulato con un istituto di ...

Leggi tutto…
Decisione: Sentenza n. 9983/2017 Cassazione Civile - Sezione I.
Lunedi 17 Luglio 2017
Anche la banca può rispondere per l'erogazione del credito alla società fallita
Di Fulvio Graziotto.

Se il ricorso abusivo al credito va oltre i confini dell'accorta gestione imprenditoriale della società finanziata, la stessa erogazione del credito integra un concorrente illecito della banca, tenuta a seguire i principi di sana e prudente gestione valutando il merito di credito in base a informazioni adeguate ai sensi dell'art. 5 del Testo Unico Bancario.

Il caso.

Una banca concedeva, in ...

Leggi tutto…

Pag. 2/2 << Inizio< Indietro > Avanti>> Fine

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.043 secondi