Tribunale Pavia Sezione 3 Civile Sentenza 14 dicembre 2020

Tribunale Pavia Sezione 3 Civile Sentenza 14 dicembre 2020
Venerdi 15 Gennaio 2021
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

IL TRIBUNALE DI PAVIA

SEZIONE TERZA CIVILE

in composizione monocratica, in funzione di giudice di appello nella persona del Dott. Luciano Arcudi, sulle conclusioni prese all'udienza del 9.12.2020, ha pronunciato la seguente

SENTENZA

nella causa civile di appello iscritta al n. di R.G. 2867/2019, promossa da:

(...), in persona del suo procuratore (...), elettivamente domiciliata in Vigevano (PV), presso lo studio dell'Avv. (...), nonché rappresentata e difesa dall'Avv. (...) in forza di procura in atti,

- appellante -

contro

(...), elettivamente domiciliato in Milano, Via (...), presso lo studio dell'Avv. (...), che la rappresenta e difende in forza di procura in atti,

- appellato -

e con la chiamata in giudizio di (...),

- litisconsorte contumace -

per la riforma

della sentenza del Giudice di Pace di Pavia n. 14/2018, depositata il 22.11.2018.

CONCLUSIONI

Per l'appellante:

"Voglia l'On.le Tribunale di Pavia, in riforma della sentenza impugnata: in via preliminare previe le declaratorie del caso e per le causali di cui in premessa, dichiarare la sentenza di primo graduo nulla e inesistente per violazione dell'art.132 cpc con le conseguenze di legge. Nel merito, in via principale per le causali di cui in premessa, previ gli accertamenti e le declaratorie del caso, accogliere il gravame con riforma integrale della sentenza e per l'effetto rigettare la domanda attorea per come libellata, perché infondata in fatto e diritto, con condanna dell'Attore appellato alla restituzione della somma percepita in forza della sentenza impugnata. Con vittoria di spese del doppio grado di giudizio. In via subordinata per le causali di cui in premessa, in caso di accoglimento parziale del gravame e nella denegata e non creduta ipotesi di riconoscimento della sussistenza del nesso causale tra lesioni del sig. (...) e la condotta del sig. (...), ridurre a giustizia l'entità dei danni lamentati dall'Attore appellato con riforma della sentenza qui impugnata, con condanna del sig. (...) alla restituzione di quanto percepito in eccesso in forza della sentenza di primo grado. Spese di lite compensate per il primo grado e vinte per il II e di consulenza". ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.041 secondi