Cassazione civile Sez. lavoro Sentenza n. 30873 del 22/12/2017

Cassazione civile Sez. lavoro Sentenza n. 30873 del 22/12/2017
Lunedi 8 Gennaio 2018
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. NAPOLETANO Giuseppe - Presidente -

Dott. TORRICE Amelia - Consigliere -

Dott. BLASUTTO Daniela - rel. Consigliere -

Dott. DI PAOLANTONIO Annalisa - Consigliere -

Dott. TRICOMI Irene - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso 1417-2012 proposto da:

COMUNE DI SAPONARA, in persona del Sindaco pro tempore, elettivamente domiciliato in ROMA, PIAZZA S. ANDREA DELLA VALLE, 3, presso lo studio dell'avvocato MASSIMO MELLARO, rappresentato e difeso dall'avvocato GIUSEPPE SAITTA, giusta delega in atti;

- ricorrente - contro

R.N., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DORA 2, presso lo studio dell'avvocato FEDERICO RUSSO (c/o MARIANI & ASSOCIATI), rappresentata e difesa dall'avvocato CLAUDIO FARANDA, giusta delega in atti;

- controricorrente -

e contro

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE, C.F. (OMISSIS), in persona del Ministro pro tempore, rappresentato e difeso dall'AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO presso i cui Uffici domicilia ex lege in ROMA, alla VIA DEI PORTOGHESI, 12 (Atto di Costituzione in atti);

- resistente con mandato -

avverso la sentenza n. 922/2011 della CORTE D'APPELLO di MESSINA, depositata il 27/09/2011 R.G.N. 218/2011;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 11/10/2017 dal Consigliere Dott. DANIELA BLASUTTO;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott. GIACALONE Giovanni, che ha concluso per il rigetto del ricorso;

udito l'Avvocato LARA DENTICI per delega verbale Avvocato GIUSEPPE SAITTA;

udito l'Avvocato LIVIO VARDANEGA per delega verbale Avvocato CLAUDIO FARANDA.

Svolgimento del processo

1. La Corte di appello di Messina, con sentenza n. 922/2011, ha dichiarato inammissibile, perchè tardivo, l'appello proposto dal Comune di Saponara avverso la sentenza del Tribunale di Messina n. 2981/2010 che, in accoglimento della domanda proposta R.N., nella qualità di erede di Ru.Gi.Ba., aveva riconosciuto la riconducibilità a causa di servizio del decesso del congiunto, già dipendente del Comune convenuto. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.018 secondi