Cassazione civile Sez. III Sentenza del 27/09/2017 n.22457

Cassazione civile Sez. III Sentenza del 27/09/2017 n.22457
Mercoledi 4 Ottobre 2017
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. VIVALDI Roberta - Presidente -

Dott. FRASCA Raffaele - Consigliere -

Dott. RUBINO Lina - Consigliere -

Dott. TATANGELO Augusto - Consigliere -

Dott. D’ARRIGO Cosimo - rel. Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso 13300-2015 proposto da:

A.R., domiciliato ex lege in ROMA, presso la CANCELLERIA DELLA CORTE DI CASSAZIONE, rappresentato e difeso dall'avvocato MASSIMO MAMBELLI giusta procura speciale a margine del ricorso;

- ricorrente -

e contro

L.E.D.M. PROJECT DI P.M.;

- intimata -

Nonchè da:

L.E.D.M. PROJECT DI P.M. in persona del titolare P.M., domiciliata ex lege in ROMA, presso la CANCELLERIA DELLA CORTE DI CASSZIONE, rappresentata e difesa dall'avvocato MARIA GABRIELLA DI PENTIMA giusta procura speciale a margine del controricorso e ricorso incidentale;

- ricorrente incidentale -

contro

A.R., domiciliato ex lege in ROMA, presso la CANCELLERIA DELLA CORTE DI CASSAZIONE, rappresentato e difeso dall'avvocato MASSIMO MAMBELLI giusta procura speciale a margine del ricorso;

- controricorrente all'incidentale -

avverso la sentenza n. 2245/2014 della CORTE D'APPELLO di BOLOGNA, depositata il 31/10/2014;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 19/04/2017 dal Consigliere Dott. COSIMO D'ARRIGO;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott. SOLDI ANNA MARIA che ha concluso per il rigetto di entrambi i ricorsi;

udito l'Avvocato MARIA GABRIELLA DI PENTIMA.

Svolgimento del processo

A.R., avendo ottenuto la condanna della L.E.D.M. Project di P.M., in favore della quale aveva prestato la propria attività professionale di geometra, al pagamento della somma di Euro 8.120,87 oltre all'i.v.a. e agli interessi legali, ha intimato precetto per il pagamento dell'importo complessivo di Euro 5.618,85, al netto degli acconti ricevuti, includendo in tale importo anche il costo di una consulenza tecnica di parte fatta redigere nel corso del giudizio e gli interessi al saggio previsto dal D.Lgs. 9 ottobre 2002, n. 231, art. 5 contenente misure per la lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.043 secondi