Cassazione civile Sez. III Sentenza n. 29332 del 07/12/2017

Cassazione civile Sez. III Sentenza n. 29332 del 07/12/2017
Martedi 19 Dicembre 2017
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. TRAVAGLINO Giacomo - Presidente -

Dott. DI FLORIO Antonella - Consigliere -

Dott. FRASCA Raffaele - Consigliere -

Dott. SESTINI Danilo - rel. Consigliere -

Dott. POSITANO Gabriele - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso 2039/2015 proposto da:

L.R., N.F., N.M., N.E., N.P., elettivamente domiciliati in ROMA, VIA FABIO MASSIMO 60, presso lo studio dell'avvocato ENRICO CAROLI, rappresentati e difesi dall'avvocato VINCENZO PALTRINIERI giusta procura a margine del ricorso;

- ricorrenti -

contro

ZURIGO INSURANCE PLC, in persona del suo procuratore speciale Dott. M.M., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA MONTE ZEBIO 28, presso lo studio dell'avvocato GIUSEPPE CILIBERTI, che la rappresenta e difende giusta procura in calce al controricorso;

- controricorrente -

e contro

Z.E.;

- intimato -

avverso la sentenza n. 4445/2013 della CORTE D'APPELLO di MILANO, depositata il 04/12/2013;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 27/10/2017 dal Consigliere Dott. DANILO SESTINI;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott. PEPE Alessandro, che ha concluso per il rigetto;

udito l'Avvocato MARCO ARIENTI per delega.

Svolgimento del processo

In conseguenza del decesso di N.M., avvenuto a causa di un sinistro stradale dopo due giorni dall'incidente, agirono in giudizio, nei confronti di Z.E. (proprietario e conducente della vettura che aveva investito il N. mentre attraversava la strada) e della sua assicuratrice Zurich Assicurazione s.a., la moglie L.R., la figlia convivente N.P., in proprio e in nome e per conto della figlia minore U.A., nonchè il figlio N.E., in proprio e in nome e per conto dei figli minori N.F. e M..

Entrambi i convenuti si costituirono in giudizio resistendo alle domande.

Il Tribunale di Milano accertò la responsabilità dello Z. nella determinazione del sinistro (fatto salvo un concorso colposo del N. nella misura del 10%) e condannò i convenuti, in solido, a risarcire il danno non patrimoniale in favore della L. e dei figli della vittima (liquidando al figlio non convivente un importo inferiore a quello riconosciuto alla figlia convivente) nonchè in favore della nipote A. (coabitante col nonno deceduto), mentre negò il risarcimento ai nipoti non conviventi col N.; riconobbe inoltre alla vedova e ai due figli della vittima il risarcimento del danno non patrimoniale iure hereditatis (liquidandolo in Euro 1.000,00 per ciascuno), mentre negò alla L. il risarcimento del danno patrimoniale (fatto salvo il rimborso delle spese funebri). ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.034 secondi