Cassazione civile Sez. III, Ordinanza del 13/06/2017 n.14643

Cassazione civile Sez. III, Ordinanza del 13/06/2017 n.14643
Venerdi 23 Giugno 2017
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CHIARINI Maria Margherita - Presidente -

Dott. OLIVIERI Stefano - Consigliere -

Dott. SCRIMA Antonietta - Consigliere -

Dott. PELLECCHIA Antonella - Consigliere -

Dott. D’ARRIGO Cosimo - rel. Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso iscritto al n. 16920/2015 R.G. proposto da:

B.D., C.F., M.S., elettivamente domiciliati in Roma, via Cola di Rienzo n 180, presso lo studio dell'avv. Paolo Fiorilli che li rappresenta e difende unitamente all'avv. Consuelo Marani;

- ricorrente -

contro

D.R.T., D.R.M. e M.L., elettivamente domiciliate in Roma, via G. da Carpi n. 6, presso lo studio dell'avv. Riccardo Szemere che le rappresenta e difende unitamente all'avv. Daniele Ganz;

- controricorrente incidentale -

avverso la sentenza della Corte d'appello di Venezia depositata il 29 aprile 2015;

Udita la relazione svolta in camera di consiglio dal Consigliere Cosimo D'Arrigo;

letto il ricorso, il controricorso con ricorso incidentale e le memorie depositate ai sensi dell'art. 380-bis c.p.c., comma 1;

lette le conclusioni scritte del Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale dott.ssa Soldi Anna Maria, che ha chiesto il rigetto del ricorso principale e l'accoglimento parziale del ricorso incidentale, limitatamente al primo motivo.

Svolgimento del processo

che la motivazione del presente provvedimento può essere redatta in forma semplificata;

la questione di diritto sottoposta all'attenzione di questo Collegio con il primo motivo di ricorso (1a, 1b e 1c) è se la responsabilità del conduttore cedente prevista dalla L. 27 luglio 1978, n. 392, art. 36 in caso di cessione del contratto di locazione unitamente all'azienda o a un ramo di essa, trovi applicazione anche quando l'azienda abbia costituito oggetto di ulteriori plurime cessioni o il rapporto locativo sia stato novato con un accordo diretto fra locatore e sub-cessionario; ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.036 secondi