Nuovi Tassi di Usura 2010

Nuova griglia di rilevazione dei tassi medi in vigore dal 1° gennaio 2010.
Nuovi Tassi di Usura 2010
Domenica 10 Gennaio 2010

A partire dall'ultimo decreto di rilevazione dei tassi medi del dicembre 2009, la metodologia di calcolo del Tasso di Usura tiene conto delle modifiche introdotte con la revisione delle Istruzioni per la rilevazione emanate dalla Banca d'Italia nell'agosto 2009.

Ciò ha comportato le seguenti modifiche alla "griglia dei tassi" pubblicati nel decreto, che entrerà in vigore da gennaio 2010:

  1. viene data separata evidenza agli scoperti senza affidamento - in precedenza compresi tra le aperture di credito in conto corrente - ai crediti personali e agli altri finanziamenti alle famiglie;
  2. sono stati unificati i tassi applicati da banche e finanziarie per alcune categorie di operazioni ("anticipi, sconti ed altri finanziamenti alle imprese" e "crediti personali");
  3. rimangono distinti i tassi praticati da banche e finanziarie per gli "altri finanziamenti alle famiglie", in considerazione della caratteristica residuale della categoria, nella quale sono incluse operazioni di natura e rischiosità differente;
  4. sono state distinte tre tipologie di operazioni di leasing ("autoveicoli e aeronavali", "immobiliare" e "strumentale");
  5. sono stati separati i TEG pubblicati per il "credito finalizzato" e il "credito revolving".

Un'altra importante novità introdotta dall'ultima rilevazione consiste nel fatto che da gennaio 2010 i nuovi tassi medi comprendono tutti gli oneri  connessi con il finanziamento (ad es: polizze assicurative, commissioni di massimo scoperto, compensi di intermediazione...), oneri che gravano quindi sul cliente e che spesso emergono solo al momento della stipula del contratto di finanziamento.

 

Utility di calcolo del tasso di usura

Tali modifiche hanno comportato una revisione delle Tipologie di Finanziamento del servizio di calcolo del tasso di usura.

Per maggiore chiarezza, abbiamo deciso di mantenere in linea due griglie separate:

- Quella in vigore fino a tutto il 2009.

- Quella nuova utilizzata a partire da gennaio 2010.

Le voci che sono rimaste invariate rispetto alla griglia precedente sono le seguenti:

  • Aperture di credito in conto corrente.
  • Factoring
  • Cessione del quinto
  • Mutui a tasso fisso
  • Mutui a tasso variabile.

Queste tipologie di finanziamento compariranno in entrambe le griglie e sono le uniche per le quali potrà essere effettuato un confronto di valori 'storico' su tutti gli anni.

Vai all'utility di calcolo

 

vedi anche:

 

Dipartimento del Tesoro: Decreto tassi usura gennaio-marzo 2010

 

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.02 secondi