Cassazione civile Sez. II Sentenza del 03/08/2016 n.16258

Cassazione civile Sez. II Sentenza del 03/08/2016 n.16258
Venerdi 28 Aprile 2017
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. PETITTI Stefano - Presidente -

Dott. PARZIALE Ippolisto - Consigliere -

Dott. ORILIA Lorenzo - Consigliere -

Dott. GIUSTI Alberto - rel. Consigliere -

Dott. SCARPA Antonio - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso proposto da:

M.A., rappresentato e difeso, in forza di procura speciale a margine del ricorso, dall'Avv. Fabio De Stefano, con domicilio eletto nel suo studio in Roma, via Aurelia, n. 641;

- ricorrente -

contro

COMUNE DI CHIAVARI, in persona del sindaco pro tempore, rappresentato e difeso, in forza di procura speciale in calce al ricorso per cassazione notificato, dall'Avv. Orlando Sivieri, con domicilio eletto nel suo studio in Roma, via Cosseria, n. 5, int. 1;

- controricorrente -

avverso la sentenza del Tribunale di Chiavari in data 29 dicembre 2012;

Udita la relazione della causa svolta nell'udienza pubblica del 17 giugno 2016 dal Consigliere relatore Dott. Alberto Giusti;

uditi gli Avv. Fabio De Stefano e Orlando Sivieri;

udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Dott. DEL CORE Sergio, che ha concluso per il rigetto del ricorso.

Svolgimento del processo

1. - Decidendo in grado di appello, il Tribunale di Chiavari, con sentenza depositata il 20 dicembre 2012, in riforma della pronuncia di primo grado del Giudice di pace della stessa città, ha rigettato l'opposizione proposta da M.A. avverso il verbale di contestazione n. 18675/11, emesso dalla Polizia municipale di Chiavari, per la violazione dell'art. 7 C.d.S., comma 15, per avere il M. sostato con la propria autovettura negli appositi spazi delimitati dalle strisce blu oltre il tempo stabilito, con un contrassegno attestante il pagamento del corrispettivo solo per l'ora precedente a quella dell'accertamento.

2. - Per la cassazione della sentenza del Tribunale il M. ha proposto ricorso, con atto notificato il 28 giugno 2013, sulla base di un motivo. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.034 secondi