Cassazione civile Sez. II Sentenza n. 4436 del 21/02/2017

Cassazione civile Sez. II Sentenza n. 4436 del 21/02/2017
Martedi 28 Marzo 2017
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MIGLIUCCI Emilio - Presidente -

Dott. GIUSTI Alberto - rel. Consigliere -

Dott. COSENTINO Antonello - Consigliere -

Dott. GRASSO Giuseppe - Consigliere -

Dott. SCALISI Antonino - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso proposto da:

C.M.G., CA.Ma., D.M.A., P.A., PO.An.Ma., L.M.G., G.M., Z.G., L.M., F.G., D.G.A., A.I., PE.Ca., c.p., PI.Ge., M.A., B.M.A., C.F., PI.Fr., PI.Gi., L.P., rappresentati e difesi, in forza di procura speciale in calce al ricorso, dagli Avv. Giuseppe Aselli e Pasquale Terracciano, con domicilio eletto nello studio dell'Avv. Nicoletta D'Agostino in Roma, via F. Lampertico, n. 12;

- ricorrenti -

contro

GU.Gi., rappresentata e difesa, in forza di procura speciale in calce al controricorso, dall'Avv. Giuseppe Di Gennaro, con domicilio eletto nello studio dell'Avv. Massimo Angelini in Roma, piazza Cavour, n. 17;

- controricorrente -

contro

S.p.a. AXA ASSICURAZIONI, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa, in forza di procura speciale in calce al controricorso, dagli Avv. Gerardo Troianello e Francesco Berti Suman, con domicilio eletto nello studio di quest'ultimo in Roma, via Quirino Majoarana, n. 104;

- controricorrente -

e contro

CONDOMINIO (OMISSIS), in persona dell'amministratore pro tempore; D.N.R. e GU.Pa.; SOCIETA' IRME s.a.s., in persona del legale rappresentante pro tempore; AM.Lu.;

- intimati -

avverso la sentenza della Corte d'appello di Napoli n. 2006/2012 in data 7 giugno 2012.

Udita la relazione della causa svolta nell'udienza pubblica del 24 gennaio 2017 dal Consigliere Dott. Alberto Giusti;

uditi gli Avvocati Giuseppe Aselli, Francesco Berti Suman e Giuseppe Di Gennaro;

udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott. PRATIS Pierfelice, che ha concluso per il rigetto del ricorso.

Svolgimento del processo

1. - Con sentenza n. 223 del 2002, il Tribunale di Nola - decidendo sulla domanda di risarcimento del danno spiegata da Gu.Pa. e D.N.R., in proprio e quali legali rappresentanti della figlia minore Gu.Gi., nei confronti del condominio di (OMISSIS) e della Irme s.n.c., in relazione al sinistro verificatosi il (OMISSIS) allorquando la piccola G. era precipitata nel vano di corsa dell'ascensore riportando lesioni gravissime, e sulla domanda di garanzia spiegata dalla società Irme nei confronti della UAP Assicurazioni s.p.a., chiamata in causa - così decideva: affermata la concorrente responsabilità del condominio e della società Irme, li condannava in solido al pagamento in favore di Gu.Gi. (nelle more divenuta maggiorenne ed intervenuta in giudizio) della somma di Euro 746.650,36, oltre interessi e spese processuali; condannava inoltre la Axa Assicurazioni s.p.a. (società incorporante la UAP) alla manleva in favore della società Irme. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.032 secondi