Cassazione civile Sez. VI - 3 Ordinanza n. 31801 del 07/12/2018

Cassazione civile Sez. VI - 3 Ordinanza n. 31801 del 07/12/2018
Mercoledi 19 Dicembre 2018
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. FRASCA Raffaele - Presidente -

Dott. DE STEFANO Franco - rel. Consigliere -

Dott. SCODITTI Enrico - Consigliere -

Dott. VINCENTI Enzo - Consigliere -

Dott. DELL’UTRI Marco - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso iscritto al n. 17972/2017 R.G. proposto da:

F.E., F.F., elettivamente domiciliati in ROMA, VIALE REGINA MARGHERITA 278, presso Io studio dell'avvocato STEFANO GIOVE, che li rappresenta e difende unitamente all'avvocato PAOLO TODESCHINI;

- ricorrenti -

contro

G.N., da considerarsi, in difetto di elezione di domicilio in Roma, per legge domiciliata ivi presso la CORTE DI CASSAZIONE, rappresentata e difesa dall'avvocato ANTONIO COCCHIA;

- controricorrente -

Contro FO.ES., da considerarsi, in difetto di elezione di domicilio in Roma, per legge domiciliata ivi presso la CORTE DI CASSAZIONE, rappresentata e difesa dagli avvocati GABRIELLA PEZZOTTA, ALESSANDRO POZZANI;

- controricorrente -

contro

F.C.;

- intimata -

avverso l'ordinanza del TRIBUNALE di VERONA, depositata il 29/06/2017;

udita la relazione svolta nella camera di consiglio non partecipata del 13/09/2018 dal Consigliere Dott. Franco DE STEFANO.

Svolgimento del processo

che:

con ricorso per regolamento di competenza spedito per la notifica il 19/06/2017 F. ed F.E. impugnano l'ordinanza di sospensione - per ritenuta pregiudizialità di separato processo pendente dinanzi allo stesso tribunale col n. 8630/16 r.g. (ma, rectius, v.g.) - pronunziata il 29/06/2017 dal g.i. del Tribunale di Verona nella causa - iscr. al n. 9421/16 r.g. - da loro intentata con ricorso ex art. 702bis c.p.c. nei confronti di G.N. e delle di lei figlie, Es. e F.C.;

il giudizio sospeso è stato intentato dagli odierni ricorrenti, nella qualità di acquirenti da F.M., per il rilascio di un immobile (in (OMISSIS), (OMISSIS), in forza di rogito (OMISSIS)), già destinato a casa coniugale del venditore e di G.N. (oltre che delle figlie), in forza di provvedimento conseguito in sede di separazione negli anni 2008/2010, però non riprodotto nella sentenza di divorzio pronunciata nel 2013; ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.052 secondi