Cassazione civile Sez. V Ordinanza n. 27087 del 15/11/2017

Cassazione civile Sez. V Ordinanza n. 27087 del 15/11/2017
Lunedi 29 Gennaio 2018
Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

Inserisci la tua email e clicca su Entra (se non sei ancora iscritto ti sarà richiesto di attivare l'email).
L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Informativa sulla Privacy


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CHINDEMI Domenico - Presidente -

Dott. DE MASI Oronzo - rel. Consigliere -

Dott. ZOSO Liana Maria Teresa - Consigliere -

Dott. FASANO Anna Maria - Consigliere -

Dott. DI GERONIMO Paolo - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 16516/2012 proposto da:

C.A., C.L., M.O.A., CA.AS., elettivamente domiciliati in ROMA VIA LUIGI ANGELONI 4, presso lo studio dell'avvocato FRANCESCO FALZONE, che li rappresenta e difende;

- ricorrenti -

contro

COMUNE DI ITRI;

- intimato -

avverso la sentenza n. 562/2011 della COMM.TRIB.REG.SEZ.DIST. di LATINA, depositata il 25/05/2012;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del 19/10/2017 dal Consigliere Dott. ORONZO DE MASI.

Svolgimento del processo

che la controversia concerne l'impugnazione, da parte di M.O.A., C.L., C.A., e Ca.As., comproprietari di un appezzamento di terreno in Comune di Itri, degli avvisi d'accertamento per il pagamento dell'imposta comunale sugli immobili (ICI), anni dal 2002 al 2006, afferente la predetta area, ricadente secondo le previsioni del P.R.G. in zona agricola, che era stata oggetto della edificazione di alcune case rurali, in forza di permessi di costruire rilasciati il 28/12/2001, i cui lavori avevano avuto inizio il 31/10/2007, e per la quale l'imposta in questione era stata corrisposta, a decorrere dal 1/11/2007, sulla base del valore venale del terreno, qualificato come fabbricabile;

che la CTP disattendeva le ragioni dei contribuenti, e la CTR, rigettandone l'appello, confermava la sentenza di primo grado, osservando che, "ai fini dell'imposta debba essere ritenuto edificabile un terreno, che è considerato edificabile dal P.R.G.", anche se "non siano ancora stati adottati gli strumenti urbanistici di attuazione", e che nella specie "trattasi, fra l'altro, di area sulla quale il Comune di Itri, in data 28 dicembre 2001, ha rilasciato due concessioni edilizie per la costruzione di cinque fabbricati, poi edificati a partire dall'ottobre 2007", per cui legittimamente l'ente locale aveva richiesto l'ICI sin dal rilascio dei permessi di costruire e, quindi, a decorrere dall'annualità 2002; ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.037 secondi