Notifica a mani della moglie del destinatario non seguita dalla raccomandata informativa: nullità

E’ nulla la notifica della cartella esattoriale eseguita dal messo comunale a mani della moglie del contribuente destinatario dell’atto senza l’invio a quest’ultimo della raccomandata informativa.

Lo ha ribadito la Corte di Cassazione con l’ordinanza nr. 27446, pubblicata il 20 settembre 2022.

Giovedi 29 Settembre 2022

IL CASO: Un contribuente proponeva ricorso avverso un’intimazione di pagamento notificatagli dall’amministrazione finanziaria deducendo la nullità della notifica della cartella di pagamento presupposta.

La Commissione Tributaria Provinciale dava ragione al contribuente, mentre la Commissione Tributaria Regionale accoglieva parzialmente il gravame interposto dall’amministrazione finanziaria ritenendo valida la notifica della cartella esattoriale in quanto eseguita con la consegna presso la residenza del contribuente a mani della moglie convivente di quest’ultimo.

La questione giungeva così all’esame della Cassazione a seguito del ricorso promosso dal contribuente avverso la sentenza di secondo grado, il quale ribadiva l’eccezione di nullità della cartella esattoriale per la violazione dell'art. 60 d.P.R. n. 600/1973 e dell'art. 26 d.P.R. n. 602/1973 in quanto avvenuta con la consegna a mani della moglie non seguita dall’invio della raccomandata informativa di cui al citato art. 60 d.P.R. d.P.R. n. 600/1973.

LA DECISIONE: Il motivo del ricorso è stato ritenuto fondato dalla Cassazione la quale ha accolto l’originario ricorso del contribuente annullando, quindi, l’intimazione di pagamento e la presupposta cartella esattoriale.

Gli Ermellini, nel decidere la controversia, hanno richiamato l’orientamento giurisprudenziale secondo il quale “in tema di avviso di accertamento, l'art. 60 del d.P.R. n. 600 del 1973, pur rinviando alla disciplina del codice di procedura civile, richiede, a differenza di quanto disposto dall'art. 139, comma 2, c.p.c., anche ove sia consegnato nelle mani di persona di famiglia, l'invio della raccomandata informativa quale adempimento essenziale della notifica che sia eseguita dai messi comunali o dai messi speciali autorizzati dall'ufficio delle imposte”(Cass. V, n. 2868/2017).

Allegato:

Pagina generata in 0.09 secondi