Tribunale di Verona - Sentenza del 07/07/2016

Mercoledi 14 Settembre 2016

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

ISCRIVITI

L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

TRIBUNALE DI VERONA

Successivamente oggi 07/07/2016 davanti al Giudice dott. Massimo Vaccari sono comparsi per gli attori avv. Maurelli in sostituzione dell’avv. BREDA SABRINA e per BANCO POPOLARE - SOCIETA’ COOPERATIVA l’avv. Anna Silvestri in sostituzione dell’avv. SALETTI ACHILLE.

Il procuratore delle parti nel riportarsi alle rispettive loro conclusioni come già precisate all’udienza del 3.12.2015 discutono oralmente la causa e dichiarano di rimettersi al giudice per la liquidazione delle spese. L’avv. Maurelli dimette la documentazione relativa alla fase di mediazione in ossequio alla ordinanza emessa dal giudice in data 7 aprile 2016.

All’esito della discussione, il Giudice, dandone integrale lettura in udienza, ha pronunciato la seguente

SENTENZA

Repubblica Italiana

In nome del popolo italiano

Il Giudice Unico del Tribunale di Verona, sezione III Civile, Dott. Massimo Vaccari

definitivamente pronunziando nella causa civile di grado promossa con atto di citazione notificato in data 21 Febbraio 2013

da

ROGIMEC SRL, in persona del legale rappresentante pro-tempore BR (C.F....), nonché in proprio (….) e SC (C.F....) rappresentati e difesi dagli avv.ti BREDA SABRINA e DI LORETO SERAFINO (DLRSFN61D07A794P) VIA DEI MILLE BRESCIA e domiciliati ex lege presso la Cancelleria di questo Tribunale;

ATTORI

contro

BANCO POPOLARE - SOCIETA’ COOPERATIVA, (C.F. 03700430238)

rappresentata e difesa dall’avv. SALETTI ACHILLE e, ed elettivamente domiciliata presso lo studio dello stesso sito in VERONA, VIA TAZZOLI 6;

CONVENUTA

MOTIVI DELLA DECISIONE

Rogimec Srl, in qualità di debitrice principale, e i suoi garanti e hanno promosso nei confronti del Banco Popolare società cooperativa un'azione d'indebito oggettivo, finalizzata ad ottenere la restituzione delle somme indebitamente incassate dalla Banca, e ammontanti a euro 17.237,85, nel corso di un rapporto bancario di conto corrente, meglio identificato in atto di citazione e concluso in data 18.12.2006. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Pagina generata in 0.035 secondi