Cassazione civile Sez. VI - 5 Ordinanza del 30/03/2017 n.8218

Mercoledi 21 Giugno 2017

Per accedere agli allegati è richiesta l'iscrizione alla newsletter:

ISCRIVITI

L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento.


Per ricevere la newsletter puoi anche registrarti sul sito.

Avrai accesso ai testi integrali delle sentenze e potrai utilizzare molte altre funzionalità gratuite.

Scopri tutti i vantaggi

Segue un'anteprima del testo:

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SCHIRO’ Stefano - Presidente -

Dott. CIRILLO Ettore - Consigliere -

Dott. MANZON Enrico - rel. Consigliere -

Dott. NAPOLITANO Lucio - Consigliere -

Dott. VELLA Paola - Consigliere -

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 202-2016 proposto da:

HOTEL VILLA ENRICA SAS di Z.O. & C., in persona del socio amministratore, Z.R., Z.A., ZA.AM., Z.R., B.B. in Z., in proprio ed anche nella loro veste di eredi del Sig. Z.O., elettivamente domiciliati in ROMA, VIA GROENLANDIA 5, presso lo studio dell'avvocato CLAUDIA PACINI, rappresentati e difesi dall'avvocato LUCA BENINI giusta procura a margine del ricorso;

- ricorrenti -

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE, (OMISSIS), in persona del Direttore pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12, presso l'AVVOCATURA GENERALE DELIO STATO, che la rappresenta e difende ope legis;

- controricorrente -

avverso la sentenza n. 44/01/2015 della COMMISSIONE TRIBUTARIA DI 2 GRADO di TRENTO del 27/04/2015, depositata il 19/05/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non partecipata del 18/01/2017 dal Consigliere Relatore Dott. ENRICO MANZON;

disposta la motivazione semplificata su concorde indicazione del Presidente e del Relatore.

Svolgimento del processo - Motivi della decisione

Rilevato che:

Con sentenza in data 27 aprile 2015 la Commissione tributaria di secondo grado di Trento accoglieva l'appello proposto dall'Agenzia delle entrate, ufficio locale, avverso la sentenza n. 65/2/13 della Commissione tributaria di primo grado di Trento che aveva accolto i ricorsi proposti dalla Hotel Villa Enrica sas di Z.R. e C. e dai suoi soci contro gli avvisi di accertamento IRES, IRPEF 2006. La Commissione di secondo grado osservava in particolare che i contribuenti non avevano adeguatamente controprovato la presunzione di "non operatività" prevista dalla legge. ...

Per leggere il testo integrale iscriviti alla newsletter

Pagina generata in 0.032 secondi