Mercoledi 6 Marzo 2019
Ordinanza di sospensione dell'efficacia esecutiva del titolo: inammissibilità del reclamo
Di Anna Andreani.

Si segnala l'ordinanza del 28 gennaio 2019 del Tribunale di Fermo, che si pronuncia in merito all'ammissibilità o meno del reclamo avverso l'ordinanza di sospensione dell'efficacia esecutiva del titolo ex art. 615 comma 1 cpc.

Il caso: Nell'ambito di un procedimento di opposizione all'esecuzione, il giudice monocratico del tribunale sospendeva inaudita altera parte l'efficacia esecutiva del titolo ex ...

Leggi tutto…
Mercoledi 27 Febbraio 2019
Titolo esecutivo senza il “comandiamo”: opposizione e onere della prova
Di Giovanni Iaria.

Con la sentenza n. 3967/2019, pubblicata il 12 febbraio scorso, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alle conseguenze derivanti dall’omessa apposizione della formula esecutiva sul titolo esecutivo notificato al debitore, affermando che trattasi di una mera irregolarità del titolo e l’opposizione diretta a far valere il vizio non produce nessun effetto sanante che si ha tutte ...

Leggi tutto…
Venerdi 21 Dicembre 2018
Più poteri all’avvocato per una giustizia più efficiente.
Di Daniela Ricchiuto.

L'elaborato affronta le modifiche al procedimento monitorio ed esecutivo per la effettiva realizzazione del credito (D. L. n. 755/18). Le novità degne di nota riguardano:

1) il provvedimento di ingiunzione

2) l'introduzione della possibilità dell'Avvocato di parte di compiere una preventiva ricerca telematica dei beni da pignorare.

Il presente contributo prende in esame il ...

Leggi tutto…
Giovedi 20 Dicembre 2018
Pignoramento presso terzi: ordinanza di assegnazione e forma dell'impugnazione
Di Giovanni Iaria.

Dopo l’entrata in vigore della legge n. 228/2012, che ha modificato l’articolo 549 c. p. c. , l’unico rimedio esperibile contro l’ordinanza di assegnazione somme emessa nell’ambito di un pignoramento presso terzi all’esito della risoluzione delle questioni di cui al suddetto articolo (contestazioni sulla dichiarazione del terzo o omessa dichiarazione da parte di ...

Leggi tutto…
Decisione: Ordinanza n. 30756/2018 Cassazione Civile - Sezioni Unite.
Martedi 18 Dicembre 2018
Sezioni Unite: chiarimenti in materia di giurisdizione tributaria ed esecuzione forzata
Di Fulvio Graziotto.

Al fine di individuare la giurisdizione rileva, principalmente, il dedotto vizio dell'atto di esecuzione forzata, e non la natura di primo atto dell'espropriazione forzata.

Il caso.

La Commissione Tributaria Regionale sollevava conflitto di giurisdizione in ordine al ricorso proposto contro l'Agenzia della Riscossione a seguito di riassunzione, da parte della contribuente, conseguente alla ...

Leggi tutto…
Venerdi 14 Dicembre 2018
Opposizione agli atti esecutivi e forma dell'atto introduttivo della fase di merito
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 31694/2018, pubblicata il 7 dicembre scorso, la Corte di Cassazione si è nuovamente pronunciata in merito alle modalità di introduzione del giudizio di merito nel termine fissato dal Giudice dell’esecuzione una volta conclusa la fase sommaria del giudizio di opposizione agli atti esecutivi, ribadendo la necessità della forma dell’atto introduttivo richiesto ...

Leggi tutto…
Lunedi 3 Dicembre 2018
Esecuzioni: la liquidazione delle spese da parte del Giudice non ha contenuto decisorio
Di Giovanni Iaria.

Capita molto spesso che all’esito di un procedimento esecutivo, le somme liquidate dal Giudice a titolo di spese processuali della procedura non vengono recuperate dal creditore o dal legale di quest’ultimo dichiaratosi antistatario a causa dell’incapienza delle somme ricavate dall’espropriazione. In questi casi, il creditore o il legale di quest’ultimo può procedere al ...

Leggi tutto…
Lunedi 30 Luglio 2018
Quando l'opposizione sana la nullità del precetto per vizi formali.
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 19195/2018, pubblicata il 18 luglio scorso, la Corte di Cassazione si è occupata della questione relativa all’ irregolarità dell’atto di precetto ed in particolare della omessa indicazione nello stesso della data di notifica del titolo esecutivo, ribadendo il principio di diritto secondo il quale “la presenza di irregolarità formali nel precetto ...

Leggi tutto…
Lunedi 23 Luglio 2018
Provvedimento di chiusura anticipata del processo esecutivo: azioni esperibili
Di Giovanni Iaria.

Il decreto legge 12/09/2014 n. 132, convertito con la legge 10/11/2015 n. 162, ha introdotto nell’ambito del processo di esecuzione tra le disposizioni di attuazione del codice di procedura civile, l’articolo 164 bis, a mente del quale: “Quando risulta che non è più possibile conseguire un ragionevole soddisfacimento delle pretese dei creditori, anche tenuto conto dei costi ...

Leggi tutto…
Martedi 10 Luglio 2018
Ordinanza assegnazione:quando acquista efficacia esecutiva e quando sono dovuti gli interessi?
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 17437/2018, pubblicata il 4 luglio scorso, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito all’efficacia esecutiva dell’ordinanza di assegnazione emessa nell’ambito della procedura esecutiva presso terzi e sulla debenza o meno degli interessi su tutte le somme assegnate in pagamento al creditore, affermando il seguente principio di diritto:

...

Leggi tutto…
Venerdi 6 Luglio 2018
Opposizione agli atti esecutivi, scadenza dei termini e poteri del giudice.
Di Marco Monticelli Levorato.

La perentorietà del termine previsto dall'art. 617 comma 1° non può essere disattesa dalla remissione in termini operata dal giudice, in mancanza dei presupposti richiesti dall'art. 153 c. p. c. . Nota a Tribunale di Livorno sezione collegiale 18. 04. 2018.

Massima: “In tema di opposizione agli atti esecutivi, in caso di inosservanza del termine per la notificazione del ricorso e del ...

Leggi tutto…
Giovedi 8 Marzo 2018
Esecuzione iniziata contro uno dei condebitori: conseguenze sull'efficacia del precetto
Di Giovanni Iaria.

Come è noto ai sensi del primo comma dell’articolo 481 c. p. c, l’atto di precetto diventa inefficace se nel termine di novanta giorni dalla sua notificazione non è iniziata l’esecuzione.

Cosa succede se, una volta notificato il precetto a più debitori, il creditore inizia l’esecuzione nei confronti di uno solo di essi? L’interruzione del termine di ...

Leggi tutto…
Martedi 27 Febbraio 2018
Il creditore che interviene nella procedura esecutiva non deve notificare titolo e precetto
Di Giovanni Iaria.

Così si è espressa la Corte di Cassazione con la sentenza n. 3021/2018, pubblicata il 8 febbraio 2018, affermando il seguente principio di diritto: "In tema di espropriazione forzata, presupposto dell'intervento dei creditori nella procedura è l'esistenza di un titolo esecutivo (costituito dal ruolo, per i crediti azionati dall'agente della riscossione), non la notificazione di esso né ...

Leggi tutto…
Venerdi 26 Gennaio 2018
Esecuzione: se l'iscrizione del giudizio di merito è tardiva l'opposizione è improcedibile
Di Giovanni Iaria.

Il mancato rispetto del termine perentorio previsto dall’art. 616 cpc per l’iscrizione a ruolo della causa nel giudizio di opposizione all’esecuzione determina l’improcedibilità dell’impugnazione. Questo è quanto statuito dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 1058 del 18 gennaio 2018.

IL CASO: La vicenda nasce da un’esecuzione mobiliare presso ...

Leggi tutto…
Mercoledi 17 Gennaio 2018
Pignoramento presso terzi: errore nella dichiarazione e rimedi esperibili dal terzo
Di Giovanni Iaria.

Il terzo pignorato rende la dichiarazione ex art 547 cpc e successivamente si accorge di aver commesso un errore. Cosa può fare per rimediare al suddetto errore? La questione è stata affrontata dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 10912 pubblicata il 5 maggio 2017.

Gli Ermellini con la suddetta sentenza hanno esaminato i vari rimedi possibili concessi al terzo pignorato ed i termini ...

Leggi tutto…
Mercoledi 15 Novembre 2017
Opposizione all'esecuzione: giudizio di merito e forma dell'atto introduttivo
Di Giovanni Iaria.

Ai sensi del secondo comma dell’art. 618 c. p. c. , l’introduzione del giudizio di merito nel termine perentorio fissato dal Giudice dell’esecuzione deve essere proposto con la forma dell’atto introduttivo richiesto nel rito con cui l’opposizione deve essere trattata.

Così si è espressa la Corte di Cassazione con la sentenza n. 23964/2017, pubblicata il 12 ...

Leggi tutto…
Mercoledi 25 Ottobre 2017
Omessa notifica della multa: confermato termine di 30 gg per impugnare la cartella di pagamento
Di Giovanni Iaria.

Con l’ordinanza n. 24667 del 19 ottobre scorso, la Corte di Cassazione si è nuovamente occupata della questione relativa alle modalità ed i termini per proporre opposizione alla cartella di pagamento avente ad oggetto la riscossione di una sanzione amministrativa comminata per violazione del codice della strada, qualora per la prima volta l’automobilista deduca che essa è il primo ...

Leggi tutto…
Martedi 17 Ottobre 2017
Esecuzione forzata nei confronti del singolo condomino e ripartizione dell'onere della prova
Di Giovanni Iaria.

Con l’entrata in vigore della legge n. 220/2012, meglio conosciuta come legge di riforma del condominio, il legislatore ha modificato l’art. 63 delle disposizioni di attuazioni del codice civile.

Tale norma prevede che: “i creditori non possono agire nei confronti degli obbligati in regola con i pagamenti se non dopo l’escussione degli altri condomini” e l’amministratore ...

Leggi tutto…
Mercoledi 4 Ottobre 2017
Conseguenze dell'annullamento del titolo esecutivo sul giudizio di opposizione all'esecuzione.
Di Anna Andreani.

La Corte d'Appello di Bologna nella sentenza n. 1723/2017 si pronuncia in merito alla conseguenze sul giudizio di opposizione all' esecuzione nel caso in cui venga annullato il titolo giudiziale.

Il caso: M. B. Proponeva avanti al tribunale opposizione all'esecuzione promossa nei suoi confronti dal figlio R. , dedudendo di aver pagato le spese di lite, come liquidate nella sentenza che costituiva il titolo ...

Leggi tutto…
Mercoledi 4 Ottobre 2017
Il giudice liquida gli interessi legali o al “tasso legale”: come devono essere calcolati?
Di Giovanni Iaria.

Nell’emettere la sentenza “il giudice del merito deve indicare che specie di interessi legali sta comminando, non potendosi limitare alla generica qualificazione in termini di “interesse legale” o “di legge”, con la conseguenza che qualora non vi abbia provveduto, si devono intendere dovuti solamente gli interessi di cui all’art. 1284 c. c. , essendo quest’ultima ...

Leggi tutto…


Iscriviti gratis alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.043 secondi