Venerdi 28 Aprile 2017
Se il giudice ritiene attendibile la contabilità e motiva, l'ufficio deve provare l'unica alternativa possibile
Di Fulvio Graziotto.

In tema di accertamento del reddito d'impresa, compete al giudice del merito stabilire e valutare secondo il suo libero apprezzamento, nei singoli casi, se e in quale misura le scritture contabili siano attendibili e idonee a dimostrare la fondatezza della pretesa. 

Nel caso in cui il giudice del merito ritenga che le incongruenze riscontrate tra redditi e ricavi rispondeva a esigenze di ...

Leggi tutto…
 Giovedi 13 Aprile 2017
Detrazione iva anche su operazioni di costo eccessivo se l'ufficio non prova che è fraudolenta o abusiva
Di Fulvio Graziotto.

Il diritto alla detrazione dell'IVA può essere negato solo se l'Ufficio dimostri, in modo oggettivo, che tale diritto è stato esercitato dal soggetto passivo in modo fraudolento o abusivamente.  

Il caso. Una SRL a socio unico in liquidazione subiva ricorreva avverso un avviso di accertamento, con cui l'Agenzia delle Entrate recuperava a tassazione l'IVA, calcolata sulla ...

Leggi tutto…
Sentenza n. 2054/2017 Cassazione Civile - Sezione V.
 Mercoledi 5 Aprile 2017
Nella cessione di quote sociali l'onere della prova dell'intento elusivo incombe sull'ufficio
Di Fulvio Graziotto.

La facoltà, attribuita all'Amministrazione Finanziaria, di riqualificare gli atti ai fini dell'imposta di registro non può travalicare lo schema negoziale tipico nel quale l'atto risulta inquadrabile. 

Il caso. Alcune società che avevano posto in essere operazioni di conferimento di rami d'azienda aventi ad oggetto attività in energia eolica, e successive ...

Leggi tutto…
 Martedi 21 Marzo 2017
L'ufficio può scegliere il metodo di accertamento ma non se i risultati sono irragionevoli
Di Fulvio Graziotto.

L'Amministrazione Finanziaria può scegliere il metodo di accertamento nei limiti di quanto previsto dalla legge, ma se le risultanze del metodo prescelto sono irragionevoli e incongrue, e conducono a un concreto pregiudizio sostanziale del contribuente, la scelta del metodo è sindacabile.  

Il caso. Una SAS, e di conseguenza i suoi soci per il reddito loro imputato per ...

Leggi tutto…
 Martedi 14 Marzo 2017
La presenza di lavoratori irregolari non giustifica automaticamente l'accertamento induttivo
Di Fulvio Graziotto.

Il giudice tributario deve illustrare gli elementi fattuali e l'iter logico che hanno condotto a ritenere sussistenti i caratteri di gravità e sufficienza, tali da far ritenere l'intera contabilità complessivamente ed essenzialmente inattendibile, che giustifichino l'accertamento induttivo.

Il caso. Una SRL, a seguito di ispezione congiunta della Direzione Provinciale del Lavoro e ...

Leggi tutto…
Ordinanza n. 19142/2016 Cassazione Civile - Sezione V.
 Lunedi 27 Febbraio 2017
Inammissibile il ricorso del legale rappresentante di società estinta e cancellata dal registro delle imprese
Di Fulvio Graziotto.

Sono inammissibili le impugnazioni proposte, in persona del legale rappresentante, dalla società cancellata dal registro delle imprese estinta, e l'eccezione nei confronti dell'Erario che - ai soli fini della validità e dell'efficacia degli atti di liquidazione, accertamento, contenzioso e riscossione dei tributi e contributi, sanzioni e interessi - attribuisce effetto all'estinzione trascorsi cinque ...

 Lunedi 13 Febbraio 2017
Va allegato l'atto non conosciuto dal contribuente al quale la motivazione dell'accertamento fa rinvio
Di Fulvio Graziotto.

E' illegittimo l'accertamento che si fonda sulle risultanze di verifiche svolte nei confronti di altri soggetti se nella motivazione si fa riferimento ad altro atto "per relationem" senza allegarlo.

Il caso. Un contribuente impugnava, con ricorsi distinti, tre avvisi di accertamento relativi a maggiori redditi accertati per tre anni di imposta. La Commissione Tributaria Provinciale rigettava, ...

Leggi tutto…
 Giovedi 9 Febbraio 2017
Accertamento illegittimo se il contraddittorio preventivo non è reso concretamente possibile.
Di Fulvio Graziotto.

Nei casi in cui sussiste il diritto del contribuente al contraddittorio preventivo prima dell'emissione dell'atto di accertamento, il giudice tributario deve verificare che l'Ufficio abbia reso concretamente possibile il suo svolgimento.

Il caso. Prima dell'emissione dell'atto di accertamento basato sugli studi di settore, l'Agenzia delle Entrate aveva convocato in contraddittorio un ...

Leggi tutto…
 Martedi 24 Gennaio 2017
Accertamenti iva con contraddittorio preventivo anche se fatti a tavolino
Di Fulvio Graziotto.

Quando l'accertamento riguarda l'IVA (e, in generale, i tributi armonizzati disciplinati dal diritto dell'Unione Europea), per l'Ufficio sussiste l'obbligo di svolgere il contraddittorio preventivo, pena l'invalidità dell'atto di accertamento purché nel giudizio contenzioso tributario il contribuente assolva l'onere di enunciare le ragioni (non meramente pretestuose) che avrebbe potuto far valere se il ...

 Lunedi 16 Gennaio 2017
Nell'accertamento analitico-induttivo l'ufficio non può prescindere dai dati contabili
Di Fulvio Graziotto.

A differenza del metodo induttivo puro, con il metodo analitico extra-contabile ex art. 39, comma 1, del D.P.R. n. 600/1973, l'Ufficio può solo procedere a un completamento dei dati contabili ricorrendo a presunzioni semplici. Decisione: Sentenza n. 20132/2016 Cassazione Civile - Sezione V 

Il caso. L'Agenzia delle Entrate ricorreva in Cassazione avverso la sentenza della ...

Leggi tutto…
 Mercoledi 11 Gennaio 2017
Professionisti: non bastano i soli controlli bancari per giustificare l'accertamento
Di Fulvio Graziotto.

La presunzione che pone, quali ricavi, i prelievi e i versamenti bancari non contabilizzati si riferisce ai soli imprenditori e non ai lavoratori autonomi o ai professionisti intellettuali, essendo venuta meno la modifica normativa a seguito della sentenza n. 228/2014 della Corte Costituzionale. Decisione: Sentenza n. 12779/2016 Cassazione Civile.

Il caso. Un professionista ricorreva in ...

Leggi tutto…
 Mercoledi 14 Dicembre 2016
Esclusa la cessione di azienda per la vendita di singoli beni tra loro non coordinati e organizzati
Di Fulvio Graziotto.

In tema di cessione di azienda, anche se non è necessaria la cessione di tutti gli elementi che normalmente la costituiscono, nel complesso di quelli ceduti deve permanere un residuo di organizzazione che dimostri l'attitudine all'esercizio dell'impresa, sia pure mediante la successiva integrazione da parte del cessionario. Decisione: Sentenza n. 9575/2016 Cassazione Civile.

Il caso. ...

Leggi tutto…
 Sabato 8 Ottobre 2016
Guida in stato di alterazione psicofisica ed accertamenti ematici: una questione ancora aperta
Di Cinzia Giambruno.

Negli ultimi anni si è assistito ad un progressivo inasprimento delle pene relative alla guida in stato di alterazione psicofisica e reati conseguenti, con conseguente ampliamento del ricorso ai prelievi ematici al fine di accertare la presenza di alcool o droga nel sangue dei conducenti dei veicoli soggetti a controllo. Ciò comporta tuttavia una serie di problemi che, alla luce ...

Leggi tutto…
 Giovedi 25 Agosto 2016
Mandato nel ricorso tributario nullo solo se l'incertezza è assoluta
Di Fulvio Graziotto.

Il giudice di merito è tenuto ad accertare se la mancata indicazione in calce al ricorso da parte della società senza indicazione del legale rappresentante costituisca causa di incertezza assoluta. Sentenza n. 5413/2016 Cassazione Civile - Sezione V.

Il caso. Una società impugnava un avviso di accertamento e il ricorso veniva accolto dalla Commissione Tributaria ...

Leggi tutto…

Pag. 2/2 << Inizio< Indietro > Avanti>> Fine

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter


Aggiungi al tuo sito i box con le notizie
Prendi il Codice





Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.044 secondi